Guè Pequeno: "Non vedo in giro rapper bravi"

Il musicista milanese ha pubblicato l'album solista “Gvesvs”
Guè Pequeno: "Non vedo in giro rapper bravi"

Due giorni fa è uscito “Gvesvs” (leggi qui la recensione), il nuovo album solista di Guè Pequeno che ha presentato dal vivo, in anteprima, la sera di giovedì, al Blue Note di Milano.

Oggi, nelle pagine dedicate allo spettacolo del Corriere della Sera, è stata pubblicata una intervista al 40enne rapper milanese di Andrea Laffranchi. Cosimo Fini, questo il vero nome del musicista milanese, oltre ad illustrare i temi inclusi nel suo nuovo disco e a replicare a quanti, nell'area cattolica, si sono sentiti in qualche modo offesi sia dal titolo che dalla immagine di “Gvesvs” - “Qualcuno ci è andato pesante facendo riferimento al giorno in cui mi troverò solo davanti a Gesù. A me, da ateo, sembra una provocazione non offensiva. Uso da sempre quel gioco di parole: sono nato il 25 dicembre” -, ha, a sua volta, espresso parere negativo nei confronti di quei rapper che, citando il testo di “Fredda, triste, pericolosa”, uno dei brani dell'album, 'Vuoi solo il consenso, non c’è più il talento'.

"È un momento sterile per il rap. Vedo molti che barano. C’è chi fa beneficenza per vendere un disco oppure chi va a Sanremo nove volte di fila e si bacia in bocca per sopperire alla musica di m... che fa".

Si riferisce a Fedez e Achille Lauro?

"La scuola è quella fedeziana, ma i casi sono molti di più. In Italia molti fanno parlare di sé mettendo il becco in cose che non conoscono. Anche in politica... Ci sono un sacco di influencer, altri che si atteggiano a delinquenti senza esserlo, ma non vedo in giro rapper bravi. Marra e Caparezza, anche se non è il mio mondo, sono eccezioni".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.