Tre Allegri Ragazzi Morti e Cor Veleno: il crossover magico è servito

La band rock e quella hip hop hanno fatto uscire il primo singolo di un album collaborativo. Un incontro fra due progetti seminali.
Tre Allegri Ragazzi Morti e Cor Veleno: il crossover magico è servito
Credits: Antonio Viscido

Cor Veleno e Tre Allegri Ragazzi Morti preparano la strada per l’arrivo dell’album in collaborazione in uscita il prossimo anno e lo fanno pubblicando il nuovo singolo "La gente libera" per La Tempesta Dischi e Artist First. Una sinergia magica, un mix che sta facendo sognare i fan. Le due band si sono frequentate a Roma dal 2019 con l’idea di fare qualcosa insieme. Fra session in studio e scambi in remoto, è avvenuto qualcosa di inaspettato: il crossover musicale e geografico tra due gruppi seminali, uno dell’hip hop e l’altro del rock indipendente, ha prodotto un nuovo sound. 

Davide Toffolo, dei Tre Allegri Ragazzi Morti, spiega così la scrittura del brano: "Il ritornello de ‘La gente libera’ nasce in quei giorni romani dove giravo con certi rapper. Alcuni miei conoscenti mi chiesero se davvero sapevo chi stavo frequentando. Ma io frequento e giro solo con persone che mi danno coraggio, con cui mi sento forte, non mi interessa come vestono o da dove vengono, e soprattutto cosa pensano di loro gli altri. La chiave per me è questa. Credo che ognuno abbia una voglia profonda di sentirsi libero e quindi per me questa canzone è una specie di inno alla libertà. E poi a me di Roma piace il rap”.

Secondo Grandi Numeri dei Cor Veleno: "'La gente libera' cambia in base a chi la ascolta: la musica, quando è libera, riesce a fare questo effetto”. Il rapper continua poi con un paragone letterario: “‘La gente libera’ mi fa pensare a ‘I fiori del male’ di Baudelaire dove i fiori sono l’arte e la musica, quello che noi artisti mettiamo. In tempi come questi, sembra che la musica sia solo un dettaglio, un orpello da aggiungere. Siamo l’ultima categoria presa in considerazione e questo fa male. L’arte produce bellezza contro il degrado della società e quindi la gente libera mi fa pensare a questo come immagine”.

“La gente libera” è stato scelto come primo brano dal nuovo progetto discografico proprio perché rappresenta l’incontro fra la sensibilità musicale dei Tre Allegri Ragazzi Morti con quella dei Cor Veleno in un modo esplicito. È quando le parole si uniscono con la musica che una canzone diventa vera, come racconta Squarta, che ha prodotto il disco insieme a Gabbo: “Lavorare insieme è stato come se tutti fossimo in uno spazio condiviso, ma ognuno con le proprie caratteristiche ben a fuoco”. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.