Beverly Hills, uccisa la moglie del produttore Clarence Avant

La donna, 81enne, è stata colpita all'interno della sua casa
Beverly Hills, uccisa la moglie del produttore Clarence Avant

Jacqueline Avant, moglie del produttore cinematografico e musicale Clarence Avant, è stata colpita a morte durante una violazione di domicilio nella loro casa di Beverly Hills, Los Angeles.



La donna 81enne è stata uccisa da quello che si ritiene, come ha riportato Variety, sia un aggressore sconosciuto che si era già dileguato quando all'arrivo della polizia. Non è chiaro se Clarence Avant sia rimasto o meno ferito nell'incidente. Il 90enne Avant è soprannominato 'The Black Godfather' proprio come il documentario prodotto su di lui da Netflix, il cui CEO Ted Sarandos, è il marito della figlia Nicole.

Il dipartimento di polizia di Beverly Hills ha detto a Variety che una sparatoria nel blocco 1100 di Maytor Place nell'area di Trousdale Estates ha provocato un decesso mercoledì, senza riportare il nome della persona che è morta. Netflix in seguito ha confermato che la vittima era Jacqueline.

Il tenente Giovanni Trejo ha dichiarato in un comunicato: "La città di Beverly Hills e il dipartimento di polizia di Beverly Hills estendono le più sentite condoglianze alla famiglia della vittima".

Jacqueline era nota per il suo impegno filantropico, il marito Clarence è conosciuto, tra le altre cose, per il suo lavoro alla Motown Records.

Lo scorso mese di ottobre è stato inserito nella Rock & Roll Hall of Fame con l'Ahmet Ertegun Award, che viene assegnato a professionisti del settore che "hanno avuto una grande influenza sullo sviluppo creativo e sulla crescita del rock & roll e della musica che ha avuto un impatto cultura giovanile".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.