I Queen non hanno mai discusso tra di loro sul significato delle canzoni

"Eravamo molto uniti, ma c'erano argomenti in cui non ci addentravamo", racconta il chitarrista Brian May ricordando anche il compianto Freddie Mercury.
I Queen non hanno mai discusso tra di loro sul significato delle canzoni

In occasione del 30esimo anniversario della morte di Freddie Mercury, scomparso il 24 novembre 1991 all’età di 45 anni, Brian May ha recentemente rilasciato un’intervista ai microfoni di BBC Radio 2 per ricordare il compianto frontman dei Queen.

Nel corso della chiacchierata il chitarrista ha ricordato il momento in cui i componenti della band di “We will rock you” hanno saputo della diagnosi di AIDS del loro cantante rivelando di non averne parlato molto, così come il gruppo non hai mai più di tanto discusso sul significato delle canzoni.

"Ricordo che abbiamo avuto una breve discussione sul suo stato di saluto e abbiamo pensato che fosse qualcosa a cui prestare attenzione", ha ricordato May, come riportato da “Ultimate Classic Rock”. E ancora: “Ma in realtà non ne abbiamo parlato molto. Freddie di certo non ne ha parlato molto. Ma era nei miei pensieri, probabilmente nei pensieri di tutti noi per molto tempo. Andando avanti, immagino, di due anni e mezzo circa, abbiamo iniziato a vedere Freddie soffrire di qualcosa e non sapevamo cosa fosse”. Ha aggiunto: “Non abbiamo avuto una conversazione per molto tempo perché non sembrava appropriato. Ed è stato tempo dopo che Freddie ci ha detto: 'Guardate, sapete con cosa ho a che fare, ne sono sicuro’”.

Alla domanda se pensava che fosse “strana” la mancanza di una vera e propria discussione, l’addetto alle sei corde dei Queen ha spiegato: 

“Sì. Eravamo molto, molto uniti, ma c'erano argomenti in cui non ci addentravamo. Quello [la malattia] era uno di questi, ma penso che lui si sentisse normale perché l'altra cosa di cui di solito non parlavamo, e questo potrebbe sorprendervi, è il significato delle canzoni. Quando avevamo una canzone, non dicevamo: 'Ho scritto questa canzone riguardo a questo o quello’. Ma piuttosto come: ‘Ecco la canzone, ecco le parole, ecco la melodia: ascoltate e proviamo a farla’. Non ci siamo messi lì a chiederci: 'Di cosa parla? Cosa stiamo cercando di dire qui?' Era tutto nascosto, non detto”.

Brian May - che recentemente si è anche espresso contro l’eliminazione delle categorie di genere ai Brit Awards - ha successivamente affermato:"Era come se l'arte fosse a sé stante e non volesse essere discussa - voleva solo essere fatta. Avevamo i pennelli in mano, stavamo dipingendo la tela, ma non stavamo dicendo: ‘Ehi, tu fai questa cosa qui e noi la facciamo lì’. Era più una specie di interazione istintiva”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.