Arisa: “Sono caduta tantissime volte. Ora, che vita sia! Ma senza compromessi”

Nel suo nuovo disco la cantante lucana svela ogni parte di sé, da quella erotica a quella romantica, e lo fa unendo stili e generi diversi: “Non bisogna pensare che siamo una cosa sola. L’importante è accettarsi”. La videointervista
Arisa: “Sono caduta tantissime volte. Ora, che vita sia! Ma senza compromessi”

Oggi, 26 novembre, Arisa pubblica il suo settimo album in studio intitolato “Ero romantica”, per la prima volta nella sua carriera da indipendente per la propria label Pipshow (under exclusive license to Believe Artist Services). Con il suo nuovo disco la cantante lucana ha deciso di raccontare ogni sua personalità, da quella romantica a quella erotica, e il titolo del progetto parte proprio dall’idea di raccontare tutte le sue sfaccettature “‘Ero romantica’ è un gioco di parole tra ‘erotica’ e ‘romantica’.

Inizialmente il titolo era ‘Pornoromantica’, ma purtroppo - dovendo anche promuovere il disco a ‘Ballando con le stelle’ - era un po’ forte”, ha spiegato l’artista. E ancora: “Così, abbiamo cercato questo piccolo compromesso. Allo stesso tempo è una frase al passato, ’ero romantica’, perché ero più romantica un tempo rispetto ad adesso”.

Raccontando quindi, chi è Arisa ora rispetto al passato, nella videointervista di Rockol la voce di “Sincerità” ha detto: “Adesso Arisa è una ragazza adulta - ho 39 anni. Non ho mezze misure: mi piace trovare qualcuno che abbia il coraggio di vivere una relazione con me. Non è facile. Soprattutto non guardo più tanto al romanticismo, non mi faccio più prendere in giro. Sono stata tanto presa in giro in passato. Per ora ho già dato. Quindi sono un po’ più cinica, ma non perché guardo al guadagno - sicuramente voglio fare soldi a palate, come ogni essere umano. Però, non accetto più di essere trattata un po’ così. Voglio essere trattata come una donna che merita di essere amata, perché io amo tanto”. Questo concetto in “Ero romantica” la cantante lo racconta con “verità, onestà, dicendo anche delle cose scomode che non riguardano i canoni del ben pensare”. Rosalba Pippa - questo il nome all’anagrafe dell’artista - ha infatti affermato:

“Io sono partita cantando ‘Sincerità’ e tengo fede a quel ‘giuramento’: come se mi avessero creduto per la prima volta e io ho pensato ‘da qui in poi io non mentirò mai, tu vuoi la mia sincerità e io sarò sincera’. Quindi descrivo l’amore malato, che è sempre amore. Descrivo poi il cinismo, la menzogna, ma anche la cura, la comprensione e l'inclusività. Tutti siamo tutto, non bisogna secondo me pensare che siamo una cosa sola. L’importante è accettarsi, e non fare male a nessuno”.

Fin dalla composizione, il nuovo album di Arisa gioca sul concetto di dualità, essendo diviso in due parti: da un lato si trovano i brani più scatenati, in cui emerge la personalità più sfrontata della cantante, e dall’altro le tracce più lente e sentimentali che rispecchiano la sua anima più rosea.

In “Ero romantica” si trovano così testi a volte riflessivi e altre provocatori (in brani come “La casa dell’amore possibile” si ritrovano romanticismo e nostalgia mentre nella title track, per esempio, Arisa spinge l’acceleratore su un urlato “Mi fai venire”). Per l'artista questo è stato possibile grazie a un'.accettazione e una consapevolezza di sé raggiunta con il tempo, che nel corso degli ultimi mesi, soprattutto da dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2021, la hanno portata a lanciare una serie di messaggi sull’importanza di accettare se stessi e il proprio corpo condivisi sui social insieme ad alcune foto provocatorie e intime che hanno fatto chiacchierare i media. Guidata da questa libertà e voglia di condivisione con il pubblico - che durante l’incontro di qualche giorno fa con la stampa l'ha porta a dire che “non voglio più vergognarmi, voglio trattare il mio corpo come una cosa bella e voglio tirarlo fuori. Se mi dovessero proporre di fare dei film soft porno, ci penso” - Arisa ha lavorato anche su "Ero romantica". A tal proposito ha spiegato: “Io voglio fortemente stare tra le persone, sentire la loro emozione, la loro verve. Io mi voglio divertire con la gente. Quindi ho costruito questo disco come un caleidoscopio di emozioni che potessero suscitare degli stati d’animo da condividere insieme”.

Raccontando poi com’è nato l’album, risultato di una ricerca di quattro anni e prodotto da Jason Rooney con la coproduzione di Giuseppe Barbera, oltre che frutto della collaborazione con "persone che avevano voglia di lavorare con me" come Danusk, Adriano Pennino e Gigi D’Alessio (che ha firmato il singolo sanremese “Potevi fare di più”), Arisa ha detto: “Quando lavori a un album, costruisci praticamente un anello di diamanti e questi diamanti che metti sull’anello li devi trovare, per strada. Allora tu trovi un diamante, ne fabbrichi uno, un altro te lo regalano, e piano piano li metti sulla coroncina. Quando l’anello è completo, esci fuori. In questo caso è una ricerca che dura da quattro anni”. Sull’idea di unire elettronica e ballate, e di pubblicare un disco per la prima volta per la sua etichetta, ha raccontato: "Ho avuto sempre dei problemi nel comunicare le mie intenzioni e non so imporre le mie idee con prepotenza. Quindi adesso io devo solo dire facciamo questo”. E ancora:

“Sono caduta tantissime volte, sono morta tantissime volte. E adesso morire non mi fa più paura. Però, l’idea di vivere mi piace di più. Che vita sia, vita senza compromessi e senza mezze misure. Il tempo è prezioso e vivere da comparse non ha senso”.

Ecco la tracklist e la copertina di "Ero romantica":

“Ero Romantica” 
“Psycho” 
“Agua de Coco” 
“Altalene” 
“Maddalena” 
“Licantropo” 
“Cuore” 
"La casa dell’amore possibile” 
“Ortica” 
“Potevi fare di più” 
“L’Arca di Noè”

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/TwPAtU1bUxgoDJO-PSw5OM6rTBs=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fa6p8a2b3.stackpathcdn.com%2Fkj4yptOEeBU2h0cUPKLHyWLokDs%3D%2F700x0%2Fsmart%2Frockol-img%2Fimg%2Ffoto%2Fupload%2Fero-romantica-arisa-cover-ts1637026473.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.