Spotify e il gender gap nella musica: "Siamo tutti responsabili"

Il punto sulle attività della piattaforme in Italia, tra musica e podcast, nuove feature e rapporto con industria e artisti: Intervista a Federica Tremolada, managing direttore in Italia e Sud Europa
Spotify e il gender gap nella musica: "Siamo tutti responsabili"

Negli ultimi 4 anni, per ogni canzone di un’artista in classifica ce ne sono 6 di uomini. La presenza femminile nelle classifiche singoli: 1 donna ogni 3,7 uomini: per gli album: 1 ogni 4,2 uomini.  
Da tempo si constata che la presenza femminile nella musica italiana è minoritaria, ma ora ci sono dei dati a mettere tutto nero su bianco:  sono i risultati della ricerca ”Il Gender Gap nella scena musicale italiana”, realizzata da Spotify conducendo un’analisi delle classifiche FIMI/GfK tra il 2018 e il 2021. “Un conto è parlarne, uno conto è avere dei dati granulari nero su bianco”, spiega a Rockol Federica Tremolada, managing director della piattaforma in Italia e Sud Europa. 

    Negli ultimi 4 anni, per ogni canzone di un’artista in classifica ce ne sono 6 di uomini. La presenza femminile nelle classifiche singoli: 1 donna ogni 3,7 uomini: per gli album: 1 ogni 4,2 uomini.  
    Da tempo si constata che la presenza femminile nella musica italiana è minoritaria, ma ora ci sono dei dati a mettere tutto nero su bianco:  sono i risultati della ricerca ”Il Gender Gap nella scena musicale italiana”, realizzata da Spotify conducendo un’analisi delle classifiche FIMI/GfK tra il 2018 e il 2021. “Un conto è parlarne, uno conto è avere dei dati granulari nero su bianco”, spiega a Rockol Federica Tremolada, managing director della piattaforma in Italia e Sud Europa. 

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.