Rockol Awards 2021 - Vota!

Cos’è successo ieri al "blitz" di Cosmo all'Alcatraz di Milano?

Tutti in piedi senza distanziamento. “Mantenete le distanze, mantenete le distanze!”, ironizzava Cosmo, rivolgendosi alle 3 mila persone che hanno riempito il club, mentre faceva crowd surfing, su “La musica illegale”. Il racconto e le foto della serata.
Cos’è successo ieri al "blitz" di Cosmo all'Alcatraz di Milano?

Non un concerto, ma un blitz. Annunciato appena due settimane fa, infilandosi in uno slot del calendario dell’Alcatraz di Milano che nel frattempo si era liberato: sul palco del club il 23 novembre avrebbe dovuto esibirsi Mahmood, che però ha preferito rinviare alla primavera del prossimo anno i concerti del suo tour nei club. Cosmo, impaziente di tornare sul palco per suonare dal vivo i brani del suo ultimo album, “La terza estate dell’amore”, ha colto la palla al balzo.

Ancora scottato dallo stop – e conseguenti polemiche – ai tre concerti con posti in piedi e senza distanziamento tra il pubblico in programma all’inizio di ottobre all’Arena Parco Nord di Bologna, il .musicista torinese ha approfittato dell’allentamento alle restrizioni per piazzare una bandierina. Ma com’è stato, questo blitz? E cosa è successo esattamente ieri sera all’Alcatraz?

Sembrava di essere tornati indietro nel tempo di due anni, al 2019.

Come se la pandemia fosse stata di colpo rimossa. “Mantenete le distanze, mantenete le distanze!”, ironizzava Cosmo, rivolgendosi alle oltre 3 mila persone che hanno riempito il club milanese, mentre faceva crowd surfing, su “La musica illegale”, uno dei brani dell’album uscito la scorsa primavera, pensato come un manifesto programmatico, artistico e politico al tempo stesso per celebrare la tanto sbandierata ripartenza della vita sociale, con i vaccini che cominciavano a fare il loro effetto nella lotta alla diffusione del Covid-19. Sei mesi dopo, mentre il governo italiano studia nuove chiusure per rispondere all’incremento dei contagi, che sono tornati sopra quota 10mila, Cosmo porta sul palco dell’Alcatraz un evento che – per citare lo stesso manifesto pubblicato a maggio in concomitanza con l’uscita de “La terza estate dell’amore” – è una pernacchia, se non un dito medio, come quello che il musicista mostra sulla locandina, a chi nega l’essenzialità della festa e dello spirito di comunità. La differenza sostanziale tra uno show del genere e quello organizzato lo scorso agosto da Salmo a Olbia? Il rapper sardo ha violato ciò che la legge consentiva di fare in quella fase della pandemia, mentre il blitz di Cosmo rispetta le disposizioni attualmente in vigore, che consentono di organizzare concerti nei club a piena capienza – come peraltro hanno fatto anche gli Eugenio in via di Gioia all’inizio del mese a Torino, Bologna, Roma e la stessa Milano – con green pass obbligatorio e mascherine (che però molti dei 3 mila spettatori hanno messo via appena entrati nel club).

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/cIcTrF_Stj_qtXUZWLVojF7B4Ts=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cosmo-milano-23-11-2021-ariannacarotta-4.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/tUre0TtlNJC_AD4X-TVwAQj9Qbs=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cosmo-milano-23-11-2021-ariannacarotta-6.jpg

“Domani sera sarà un delirio, preparatevi”, aveva scritto Cosmo alla vigilia dello show, sui social, pre-allertando i fan. Da “Dum dum” a “Noi”, passando per “Antipop”, “Le voci”, “Fresca”, “Tristan Zarra”, “Puccy bom”, “Mango”, “Vele al vento” (il nuovo singolo in radio dal 3 dicembre: dura 8 minuti sul disco, in rotazione andrà in versione tagliata ma lui sul palco ne dilata addirittura la durata), il blitz è un invito a godere, a lasciarsi andare, a vivere il momento, qui e ora. Perché potrebbe essere davvero “L’ultima festa” – la canzone che diede il titolo all’album del 2016 arriva prepotentemente a fine concerto, assumendo un valore particolare – e allora, spiega Cosmo, meglio viversela davvero, anziché ri-viversela poi guardando i video e le storie su Instagram: “Mettete via i cellulari. Avete rotto il ca**o con ‘sti telefoni, ora basta – sbotta ad un certo punto il musicista - tanto dei vostri ricordi non frega un ca**o a nessuno”.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/ir23HkOWt0wVu0BNcOBQuJ36txU=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cosmo-milano-23-11-2021-ariannacarotta-10.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/lyV_75Vc-_J58y-cbCgtrcWIbwM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cosmo-milano-23-11-2021-ariannacarotta-1.jpg

Sudore, festa, amore, corpi, emozioni, ebrezza, goduria, immagini e sensazioni che sotto un palco non si vedevano e non si respiravano da due anni. “Devono succedere queste cose”, è la convinzione di Cosmo, che risponde così, a modo suo, anche alla crisi che sta vivendo a causa della pandemia il mondo del club, di cui il 39enne cantautore di Ivrea è uno dei massimi rappresentanti, in Italia (guida il collettivo di dj e producers Ivreatronic, che organizza eventi dedicati alla musica elettronica, trattandola come quello che è, una cultura, sebbene spessissimo non venga percepita dalle istituzioni come tale). In ballo ci sono già altri blitz in altre città italiane. Saranno, proprio come quello di Milano, un’anticipazione in miniatura – se così si può definire – dei tre eventi in programma la prossima primavera a Bologna (che si terranno in un tendone allestito ad hoc, pensati come dei veri e propri festival con ospiti, amici e colleghi). La speranza è quella di riuscire ad arrivare ad aprile sani e salvi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.