Rockol Awards 2021 - Vota!

Le strane esperienze con il cibo di Damon Albarn

Il frontman di Blur e Gorillaz ha provato il cane, la scimmia e quando ha fatto il pesto...
Le strane esperienze con il cibo di Damon Albarn
Credits: Linda Brownlee

A girare per il mondo, si sa, qualche inconveniente, se così lo vogliamo chiamare, può sempre accadere. Così Damon Albarn ha rivelato – al comico Alan Carr, per il suo podcast Life's A Beach - che probabilmente, durante i suoi tour, deve avere mangiato "accidentalmente" qualche carne esotica per noi occidentali, come quella della scimmia e del cane.

Queste le parole proferite dal frontman dei Blur: "Potrei aver mangiato del cane in Corea, ma penso di aver mangiato accidentalmente anche una scimmia in Nigeria.

Mi venne data una zuppa di peperoni e una manina sembrava galleggiare. Non volevo!".

Albarn ha inoltre rivelato che il piatto "più strano" pensa di averlo provato in un "ristorante specializzato in rane" in Cina, che possedeva metodi di macellazione insoliti. "Penso che la cosa più strana che mi sia stata servita fu nel mezzo della Cina in un ristorante la cui specialità erano le rane. Un cameriere venne con una ciotola di plastica di rane vive e disse scegli la tua rana... io ho messo le mie dita nella ciotola e ho tirato fuori una rana, lui l'ha immediatamente scaraventata sul marciapiede". In Islanda ebbe modo di consumare foca, testa di montone arrostita e stagionata e squalo fermentato che era stato "sepolto nel terreno e lasciato per sei mesi".

Damon nel corso dell'intervista ha affermato che il provare ogni genere di cibo fa parte della sua mentalità aperta verso le altre culture. "Sii aperto e non giudicare le culture degli altri, prova ad abbracciarle mentre sei lì".

Il cantante in cucina è di larghe vedute per una questione culturale, ma anche perché è un cuoco appassionato. Non molto tempo fa ha spiegato a Zane Lowe di Apple Music 1 che "si è tagliato un dito la scorsa vigilia di Natale" mentre stava preparando il pesto. Questo il suo racconto: "Mi sono tagliato un dito la scorsa vigilia di Natale. Stavo facendo un pesto, avevo un frullatore a immersione e l'avevo appena fatto. Ho pensato, 'Hmm, sembra buono.' Ma invece di assaggiarne un po' dalla ciotola, decisi di infilare il dito nel frullatore, prenderlo e premere il pulsante. L'ho inserito, ho premuto il pulsante. L'ho tirato fuori ed era completamente reciso. Era la vigilia di Natale. Così sono andato al pronto soccorso di Paddington e mi hanno detto: 'Non possiamo fare niente per te. Lo ripuliamo tutto, ma ci vorranno almeno dieci giorni.' Io gli dissi, 'Sono un pianista. Ho bisogno del mio dito.' Comunque, un chirurgo fantastico... è stato trovato il giorno di Natale e il giorno di Santo Stefano, l'ha ricucito".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.