Rockol Awards 2021 - Vota!

David Gilmour imparò a suonare la chitarra così

Il leggendario chitarrista dei Pink Floyd racconta il segreto che gli ha permesso di diventare uno dei più grandi chitarristi di sempre.
David Gilmour imparò a suonare la chitarra così

È considerato uno dei migliori chitarristi al mondo. Il suo tocco ha impreziosito classici dei Pink Floyd come - tra gli altri - "Comfortably numb", "Shine on you crazy diamond", "Time" e "Money". Come ha imparato David Gilmour a suonare la chitarra? "Ho copiato. Nessuno dovrebbe aver paura di copiare. E alla fine è uscito fuori qualcosa che suppongo di poter definire mio", risposto una volta a un giornalista l'ex chitarrista della leggendaria rock band britannica. Che poi approfondì il tema in una lunga intervista concessa alle telecamere della Bbc.

Tutto cominciò grazie a i genitori, che si trasferirono a New York, si stabilirono al Greenwich Village - che negli anni '60 era l'epicentro del cantautorato americano, capitanato da Bob Dylan - e scoprirono i dischi dei grandi protagonisti della scena:

Ricevetti come regalo per il mio sedicesimo compleanno il primo disco di Bob Dylan. Ma prima di regalarmi quello, i miei mi regalavano i dischi dell'insegnante di chitarra di Pete Seeger. 

L'album si intitolava "Folksinger's Guitar Guide", di Jerry Silverman: 

Cominciava così: per la maggior parte di noi, suonare la chitarra è semplice come camminare. Ovviamente ci sono voluti un paio d'anni per imparare a camminare. Insieme al disco c'era un grande libro con tutti gli accordi e come farli. 

Da quel disco e da quel libro, raccontò Gilmour, apprese il metodo per suonare bene la chitarra. Quello che lo avrebbe reso uno dei più grandi chitarristi di sempre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.