Rockol Awards 2021 - Vota!

I Cugini di Campagna e le critiche ai Maneskin: ‘Bravi, ma la bella musica è un’altra cosa’

Ivano Michetti chiarisce la sua posizione nei confronti della band dopo la polemica innescatasi sui social: ‘Hanno una grande immagine, ma sono studiati a tavolino’
I Cugini di Campagna e le critiche ai Maneskin: ‘Bravi, ma la bella musica è un’altra cosa’
Credits: Ilaria Ieie

Il chitarrista e co-fondatore dei Cugini di Campagna non ha intenzione di lasciare cadere la polemica inaugurata all’indomani dell’esibizione a Las Veges dei Maneskin come spalla dei Rolling Stones. Dopo il noto post relativo all’aspetto dei vestiti utilizzati dalla band romana per il proprio set in apertura alla leggendaria formazione di Mick Jagger e Keith Richards, Ivano Michetti è tornato sull’argomento rilasciando due interviste a Luca Dondoni per La Stampa e al Fatto Quotidiano Magazine.

Alla testata torinese l’artista, 74 anni, ha chiarito:

“Sono contento e orgoglioso del fatto che ci abbiano copiato e questo mi onora. Loro hanno una grande immagine ma si vede che sono stati studiati a tavolino. Sono quattro ragazzi, uno più bello dell'altro, e con i ragazzini belli le cose funzionano meglio”

Dopo aver criticato il fortunato singolo valso al gruppo di Damiano e Victoria le vittorie al Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest (“...di ’Zitti e Buoni’ non si capisce niente, manco 'na parola”) Michetti ha aggiunto:

“I Maneskin sono bravi, bravissimi ma sono dei bambini ai quali sono affezionato e hanno vent' anni; se avessi l'opportunità li vorrei aiutare. Hanno fatto quattro singoli uno più forte dell'altro e questo vuol dire che il team produttivo è eccezionale, ma la bella musica, me lo faccia dire, è un'altra cosa”.

Più o meno la stessa linea è stata esposta dai Michetti ai cronisti del quotidiano diretto da Marco Travaglio e Peter Gomez:

“Noi siamo dei fan dei Maneskin, della loro bellezza, della loro gioia e poi sono di Roma come noi. Il momento è loro ed è giusto che sia così. La mia ammirazione è per la bellezza e la gioventù di questo gruppo, che ispira gioia di vivere, ma ai miei tempi si aveva successo soltanto per la musica. Oggi è cambiato tutto. Viene prima l’immagine, conta quella più delle canzoni. Se vogliamo parlare di musica, divento serio. Ci ritroveremo tra sette o otto mesi a chiederci: “Ma ti ricordi quella canzone che ha vinto Sanremo? Non farà la storia”.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.