Rockol Awards 2021 - Vota!

Cosa pensa Brian May dei Foo Fighters

Cosa pensa Brian May dei Foo Fighters

Nel 2014 durante un'intervista concessa alla rivista britannica NME venne chiesto al chitarrista dei Queen Brian May quale opinione avesse dei Foo Fighters di Dave Grohl.

May rispose in questo modo: "Sono pericolosi, mantengono il loro pericolo e penso che sia fantastico.

Sono molto insoliti nel senso che propongono una musica basata sui riff, ma anche molto melodica. C'è Dave Grohl che ti urla contro delle melodie. L'intera band è molto preparata. Inoltre hanno questo genere di spirito simile a quello che avevamo noi e che, suppongo, abbiamo ancora. Loro sono dei buoni amici. Taylor (Hawkins, il batterista dei Foo Fighters, ndr) è un vecchio amico, ed è per me molto stimolante, perché vedo in Taylor Hawkins uno specchio di ciò che eravamo e di ciò che siamo”.

Continua ancora Brian May con il suo discorso: "Quando ti sorge la domanda, 'Vuoi andare di nuovo in tour?' Pensi, 'Ah, mio Dio. Ho la mia vita. È tutto abbastanza tranquillo e ho ciò di cui ho bisogno. Voglio stare con la mia famiglia', ecc. ecc. Ma il richiamo della natura è lì, e pensi: 'Ok, questo è in realtà quello che facciamo. Suoniamo musica, usciamo. Quindi corriamo dei rischi. Suoniamo senza rete di protezione.' E i Foo Fighters sono esattamente questo. Questo è ciò a cui torniamo sempre. Quindi ci sentiamo molto vicini, spiritualmente, ai Foo Fighters”.

Le parole di Brian May sono indubbiamente lusinghiere e sono ricambiate nei fatti dalla stima che i Foo Fighters hanno, a loro volta, nei confronti dei Queen. La band di Grohl in concerto propone abitualmente delle cover di canzoni di altri artisti e i Queen sono tra questi. Nel 2011, Brian May si unì ai Foo Fighters per suonare "Tie Your Mother Down", brano del 1976 della band britannica. Mentre nel 2019 Dave Grohl e soci ospitarono sul palco il batterista dei Queen Roger Taylor sulle note di "Under Pressure".



Nel 2002, Brian May compilò un album intitolato "The Best Air Guitar Album In The World... Ever" e incluse in tracklist anche "Monkey Wrench" dei Foo Fighters. May spiegò in un'intervista a Classic Rock il motivo per cui scelse quella canzone: "Il criterio numero uno era, se ascolti la canzone devi saltare e fare qualcosa. Preferibilmente nei primi dieci secondi. Per me, i Foo Fighters sono totalmente all'avanguardia per ciò che concerne la musica rock del giorno d'oggi. “Monkey Wrench” non ha avuto il grande successo che avrebbe meritato, ma penso che abbia avuto un grande effetto su tutte le band".


Nei Foo Fighters sia Dave Grohl che Taylor Hawkins cantano e suonano la batteria, Brian May dice al proposito: "Hai due dei più grandi batteristi del mondo in quella band. E uno di loro suona incredibilmente la chitarra, canta incredibilmente bene e scrive canzoni incredibili. Quindi, Dave Grohl, grazie mille e ti odio.”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.