Rockol Awards 2021 - Vota!

Jerry Cantrell e la Rock and Roll Hall of Fame: "Non è qualcosa che ti cambia la carriera"

Il chitarrista statunitense ha parlato dell'ipotetica introduzione dei suoi Alice in Chains nella Arca della Gloria di Cleveland
Jerry Cantrell e la Rock and Roll Hall of Fame: "Non è qualcosa che ti cambia la carriera"

In una nuova intervista con la stazione radio WMMR, al chitarrista e cantante degli Alice in Chains Jerry Cantrell è stato chiesto conto riguardo le possibilità che la band venga inserita nella Rock And Roll Hall Of Fame. Per essere inclusi nella Hall of Fame devono essere trascorsi almeno venticinque anni dalla prima pubblicazione e "Facelift", il primo album degli Alice In Chains è uscito nel 1990, il che li avrebbe resi eleggibili sin dal 2015.

Cantrell ha risposto, come trascritto dal sito Blabbermouth.

net: "Ho visto essere accettati alcuni dei miei amici e colleghi e mentori. Non è un qualcosa che farà o distruggerà la tua carriera, ma è sempre bello essere riconosciuti per il proprio lavoro. Non passo davvero molto tempo a pensarci. Come ho detto, non crea o distrugge la mia carriera. Ma è sempre bello quando le persone riconoscono la tua musica e il tuo lavoro e apprezzano ciò che fai. Questo è il motivo per cui lo fai: per soddisfare te stesso come musicista, per creare qualcosa dal nulla che ti renda orgoglioso e te lo faccia sentire, poi lo proponi al mondo, lo fai sentire alle persone che lo rendono parte della loro vita. Così diventa una cosa personale per loro così come lo è per te.".

Dei gruppi legati al grunge e alla città di Seattle i Nirvana e i Pearl Jam sono nella Hall Of Fame, mentre Alice in Chains e Soundgarden ancora non lo sono. Anni fa, Cantrell, parlando a Cleveland.com dell'ingresso dei Nirvana, nel 2014, nella Rock And Roll Hall Of Fame, che li rese la prima band della scena di Seattle ad esservi introdotta disse: "È molto meritato. Ho amato quei ragazzi. Sono stato sorpreso di vederli entrare prima dei Pearl Jam. Sono entrati per “Bleach”, che non era un grande disco finché “Nevermind” non è diventato un grande disco."

Jerry Cantrell, lo scorso 29 ottobre ha pubblicato "Brighten", il suo quarto album solista.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.