Rockol Awards 2021 - Vota!

Madame e i problemi di autostima: “Sono stata di merda per anni. Pure a Sanremo”

La cantante, a "Le Iene", ha parlato dei problemi legati all’autostima e del percorso intrapreso per ritrovare la stima di sé
Madame e i problemi di autostima: “Sono stata di merda per anni. Pure a Sanremo”

Ieri, 2 novembre, Madame è stata co-conduttrice per una sera di “Le Iene”, al fianco di Nicola Savino. Nel corso della recente puntata del programma di Italia Uno, la cantante ha trattato il tema dell’autostima, raccontando i problemi legati a essa affrontati nel corso degli anni e del percorso intrapreso per ritrovare la stima di sé.

Questa sera voglio parlarvi di una cosa che, fino a qualche mese fa, non avevo: l’autostima. Autostima è amare se stessi, comprendersi, accettarsi, perdonarsi. Dobbiamo imparare ad amare tutto di noi, anche le parti peggiori, quelle che ci fanno soffrire e vorremmo cambiare. Ma se proviamo a cambiarle odiando ciò che siamo, facciamo un casino": così la voce di “Marea” ha aperto il suo monologo, durante il quale la 19enne cantautrice veneta ha raccontato i dettagli del suo rapporto con l’autostima e di come l’ha poi riconquistata.

Oltra a raccontare di aver pianto “disperata” prima di salire sul palco di X Factor, dove Madame è stata ospite nel corso delle due puntate finali del talent lo scorso anno, l’artista ha ricordato le difficoltà incontrate anche durante la sua partecipazione alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Voce”. La cantante - come testimoniato dalla registrazione audio, riportata più avanti, e dal video della puntata di "Le Iene" di ieri sera, disponibile a questo indirizzo - ha raccontato:

“L’anno scorso sono stata ospite a X Factor due volte. Prima di salire sul palco ero sola dentro il camerino. Piangevo disperata: ‘Cosa ci faccio qua? Non me lo merito’. Non mi riconoscevo. Non mi amavo. La verità è che sono stata di merda per anni. Pure a Sanremo, e con il disco d’esordio in uscita. Stavo male. Sempre. Prendevo ansiolitici come fossero acqua. Lo stomaco chiuso. Non mangiavo. Non dormivo. Era un circolo vizioso. Dicevo: “Ma cazzo! Perché devo stare sempre così?”.

Parlando poi del momento in cui ha deciso di reagire e riprendere il controllo di sé, Madame - tra le altre cose, ospite in un brano del prossimo album di Marco Mengoni - ha narrato: “In quel momento ho scritto una delle mie frasi più belle: ‘Non ho paura di morire, ma ho paura di voler morire’. Poi mi sono detta: ‘Basta. Non puoi andare avanti così’. Ho iniziato a lavorare ogni giorno per trovare un senso. Ho guardato in faccia l’ansia che mi aveva sempre accompagnata. E ho trovato il modo per eliminarla. Mi sono detta: ‘Prima o poi soffrirai, ma non devi avere paura. Perché se soffrirai, ti curerai. E se non lo farai, morirai. E sai cosa c’è? Che tutti, prima o poi, muoiono. Non possiamo rovinarci la vita perché abbiamo paura di soffrire. O di morire. È una grandissima cagata. Per me capirlo è stata una liberazione”. Ha poi aggiunto:

“Adesso mi sono messa a posto. Ho trovato un senso nell’amore. E ho stima di me perché so comprendermi, accettarmi e amarmi. Insomma, sto bene. E anche se non ho trovato la cura per lo star male, ho curato la paura di star male”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.