Rockol Awards 2021 - Vota!

Adele ha fatto inginocchiare ai suoi piedi pure l’algoritmo

I numeri del nuovo singolo "Easy on me", a dir poco impressionanti. Il ritorno in classifica dei vecchi dischi. E i biglietti per i due concerti a Londra polverizzati in meno di un'ora. Tremate, la regina è tornata.
Adele ha fatto inginocchiare ai suoi piedi pure l’algoritmo
Credits: Simon Emmett

“Riuscirà a superare la prova dello streaming?”, ci si chiedeva tra addetti ai lavori commentando l’imminente ritorno sulle scene di Adele. Che la voce di “Someone like you” potesse riuscire nell’impresa di replicare i numeri del passato, quelli di “21” (l’album da oltre 30 milioni di copie vendute in tutto il mondo che nel 2011 la catapultò in cima alle classifiche internazionali) e di “25”, non era affatto scontato. L’ultimo disco uscì infatti nel 2015, in un’altra era della discografia, con lo streaming ancora non così centrale come lo è invece oggi. La risposta a quella domanda la diva pop britannica l’ha data subito all’indomani dell’uscita di “Easy on me”. Quando, dati alla mano, la canzone che ha segnato il suo ritorno sulle scene a distanza di sei anni da “Hello” ha stabilito un nuovo record su Spotify: con 19,7 milioni di stream totalizzati a livello globale sulla popolare piattaforma di streaming, il singolo di Adele ha battuto il record precedentemente detenuto dai BTS e dalla loro “Butter”, che lo scorso 21 maggio aveva superato gli 11 milioni. E indovinate un po’? Era solo l’inizio.

    “Riuscirà a superare la prova dello streaming?”, ci si chiedeva tra addetti ai lavori commentando l’imminente ritorno sulle scene di Adele. Che la voce di “Someone like you” potesse riuscire nell’impresa di replicare i numeri del passato, quelli di “21” (l’album da oltre 30 milioni di copie vendute in tutto il mondo che nel 2011 la catapultò in cima alle classifiche internazionali) e di “25”, non era affatto scontato. L’ultimo disco uscì infatti nel 2015, in un’altra era della discografia, con lo streaming ancora non così centrale come lo è invece oggi. La risposta a quella domanda la diva pop britannica l’ha data subito all’indomani dell’uscita di “Easy on me”. Quando, dati alla mano, la canzone che ha segnato il suo ritorno sulle scene a distanza di sei anni da “Hello” ha stabilito un nuovo record su Spotify: con 19,7 milioni di stream totalizzati a livello globale sulla popolare piattaforma di streaming, il singolo di Adele ha battuto il record precedentemente detenuto dai BTS e dalla loro “Butter”, che lo scorso 21 maggio aveva superato gli 11 milioni. E indovinate un po’? Era solo l’inizio.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.