Rockol Awards 2021 - Vota!

Tiziano Ferro, vent’anni di "Rosso Relativo": un esordio da record

Per celebrare l’album che ai tempi fu pubblicato in 42 nazioni, vendendo oltre 2,5 milioni di copie, Carosello Records presenta un cofanetto esclusivo.
Tiziano Ferro, vent’anni di "Rosso Relativo": un esordio da record

Lo streaming era ancora un miraggio e il potere della musica liquida, capace di diffondersi a macchia d’olio in tutto il mondo premendo lo schermo di uno Smartphone, appariva come un sogno quasi fantascientifico. Eppure "Rosso Relativo", l’album d’esordio di Tiziano Ferro, pubblicato esattamente il 26 ottobre 2001, vent’anni fa, riuscì a superare magicamente qualunque confine e barriera, diventando un caso di livello internazionale.

La nuova ed esclusiva edizione

Un passaporto per il mondo ottenuto da un ragazzo di poco più di vent’anni, notato per il suo grandissimo talento dai produttori Mara Maionchi e Alberto Salerno. Per celebrarlo Carosello Records pubblicherà “Rosso Relativo – Anniversary Edition”, un cofanetto unico nel suo genere, disponibile sia in triplo vinile (in uscita il 29 ottobre) sia in triplo cd (in uscita il 5 novembre). Il progetto contiene tre versioni rimasterizzate, esclusive e multilingua: “Rosso Relativo” (versione italiana), “Rojo Relativo” (versione spagnola pubblicato per la prima volta in formato vinile 33 giri) e “Rosso Relativo – Extra” (contenente per la prima volta su un unico supporto le versioni internazionali dei brani di maggior successo dell’album, un singolare out-take della sua primissima incisione e alcuni remix).

Un esordio da record

Sono in primis i numeri a fotografare che cosa abbia rappresentato questo disco. “Rosso Relativo”, con gli arrangiamenti e la produzione di Michele Canova, fu un’opera prima da record: pubblicato in 42 nazioni, ha venduto oltre 2,5 milioni di copie, restando in top 10 per oltre 7 mesi e ottenendo 7 dischi di platino tra Italia, Messico, Spagna e Svizzera e 3 dischi d’oro tra Belgio, Francia e Turchia. Al suo interno si hanno i primi cinque singoli della carriera di Tiziano, canzoni rimaste nel tempo: “Xdono”, 3° singolo più venduto in Europa nel 2001 che è stato certificato doppio platino in Italia, platino in Belgio e oro in Francia, Germania e Svizzera, raggiungendo la top10 dei singoli di Italia, Belgio, Paesi Bassi, Austria, Germania, Danimarca, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Belgio, Francia, Grecia. E ancora: “L’olimpiade”, “Imbranato”, entrato in top50 in Austria, Belgio, Francia e Svizzera. E infine: “Rosso Relativo”, title track dell’album, entrato in top50 in Italia, Germania, Spagna e Svizzera, e “Le cose che non dici”.

La freschezza di musica e testi

Un exploit di questi livelli merita di essere contestualizzato. Ferro si presentò al pubblico con una miscela di R&B e pop contemporaneo capace di parlare alle nuove generazioni, ma anche a quelle precedenti grazie a un linguaggio cristallino e diretto in alcuni casi, in altri più profondo e cantautorale. Furono, sin dai primi ascolti, il ritmo e la freschezza del sound contaminato, in particolare, a scandire le canzoni, mai dal messaggio banale. Tiziano Ferro, grazie a questo mix, riesce a vincere diversi premi come il Premio italiano della Musica come rivelazione dell’anno e il Premio come rivelazione italiana dell’anno al Festivalbar, confermando di aver subito fatto breccia nel cuore di critica e grande pubblico. Numeri e riconoscimenti che si sono tramutati anche in concerti dalla grandissima partecipazione: tra gennaio 2002 e marzo 2003 Ferro intraprese il “Rosso Relativo Tour” composto da 70 date tenute in Europa.

Le parole del cantautore

Oggi grazie alla musica in streaming superare i propri confini nazionali non è più semplice, ma di sicuro appare più accessibile. Vent’anni fa Ferro riuscì, con grandissima spontaneità, a conquistarsi un “passaporto che non scade”. Ecco le sue parole: “Il nostro "Rosso Relativo" sta per compiere 20 anni. Vent’anni sono un’intera generazione. Quanta follia, urgenza, stupenda inconsapevolezza, quanto amore in quel ‘Rosso Relativo’. Esamino esanime il racconto di questi ultimi venti anni, travolto dalla gratitudine. Questo album arrivò senza preavviso con le canzoni che avevo scritto in tarda adolescenza senza sapere che sarebbero poi finite nel mio primo disco. Lo ascolto adesso e provo tenerezza. Ancora oggi ci sento dentro le urla d’aiuto, le spinte d’orgoglio di chi cercava una strada, un pezzo di me che non c’è più ma anche tante parti sgangherate che non sono riuscito a cambiare mai. ‘Rosso Relativo’ è un passaporto che non scade, che continua a raccontare dove sono stato e dove vado. Una bussola. Quando ascolto questo album mi sento intatto, commosso e invaso dal privilegio di poter essere qui - vent’anni dopo - a parlare ancora di ‘Paola’, di ‘Imbranato’ e di ‘Xdono’. E un sorriso ha la meglio”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.