Rockol Awards 2021 - Vota!

Noel Gallagher si assume la responsabilità della fine degli Oasis

Il 54enne artista mancuniano torna sullo scioglimento della band di “Wonderwall” per ammettere la propria responsabilità
Noel Gallagher si assume la responsabilità della fine degli Oasis

A margine di una recente intervista, Noel Gallagher ha rivelato il vero motivo dietro la faida con il fratello Liam che il 28 agosto del 2009 sfociò in una lite tra i due nel backstage del Rock en Seine di Parigi mettendo la parola "fine" alla storia degli Oasis.

Chiacchierando con Matt Morgan per il suo podcast, dopo che nel corso degli anni entrambi i Gallagher sono più volte tornati sull’argomento attribuendosi a vicenda la ragione dietro lo scioglimento della band di “Wonderwall”, il 54enne artista mancuniano ha ammesso la propria responsabilità nella vicenda raccontando il gesto che ha scatenato l’ira del fratello minore.

Noel Gallagher, ricordando di quando l’ex frontman degli Oasis si stava preparando a lanciare sul mercato la sua linea di abbigliamento Pretty Green – nel 2019 acquisito da JD Sports, ha narrato: 

“Liam ci diede un sacco di vestiti, non solo a me, a tutta la band. Io mi recai direttamente in un negozio di beneficenza e lasciai tutto sulla soglia dello shop. Liam andò fuori di testa, mi disse: ‘Se non li volevi, avresti dovuto semplicemente dirlo, cazzo’. I vestiti erano sui manichini di un negozio di Barnardo's un mese prima del lancio del marchio. Arrivando al dunque, quello è stato l’inizio della fine”.

Come riportato lo scorso mese di giugno, a margine del documentario di Sky Arte intitolato “Noel Gallagher: out of the now”, l’ex principale compositore degli Oasis ha ricordato la bufera che si è scatenata dopo la discussione con il fratello e il conseguente scioglimento di uno dei più grandi gruppi della storia del brit pop.

“I tour degli Oasis riguardavano sempre degli scontri”, ha spiegato Noel Gallagher: “L'incidente di Parigi è stato solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso”. Ricordando poi di essersi seduto sul sedile posteriore di un’auto fuori dal festival francese dopo aver preso la decisione di lasciare la formazione di “Champagne supernova”, l’artista inglese ha narrato: “E l'autista se ne andò e basta. Non ho provato un senso di sollievo perché sapevo che stava arrivando una tempesta di merda. E si sarebbero dette un sacco di sciocchezze a riguardo”. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.