Rockol Awards 2021 - Vota!

Lars Ulrich e di come i Metallica evitano l'elemento noia in concerto

Il batterista dei Metallica lo rivela in una intervista
Lars Ulrich e di come i Metallica evitano l'elemento noia in concerto

Il batterista dei Metallica Lars Ulrich intervenuto in uno degli ultimi episodi del podcast di Eddie Trunk ha rivelato che é importante per la band statunitense variare la scaletta dei loro concerti, sostenendo che questo è il metodo migliore per non correre il rischio di proporre spettacoli "con il pilota automatico".

Ulrich ha sottolineato come i Metallica abbiano tenuto live diversi ogni sera per quasi venti anni riportando cosa avevano scoperto dopo avere adottato questo genere di approccio.

"Noi non siamo certamente una di quelle band che si rinchiudono in studio a fare prove per un mese, cinque giorni alla settimana e otto ore al giorno. Abbiamo suonato circa 50 o 60 canzoni per la maggior parte degli ultimi 15 anni e ci possiamo in qualche modo appoggiare. Non è necessariamente come improvvisare, ma non è come ricominciare da zero”.

Ha detto che i Metallica hanno tenuto tre spettacoli ad un festival durante un fine settimana, sottolineando che i promotori della manifestazione avevano stabilito che dovessero essere diversi tra loro. "Abbiamo accolto la sfida e non abbiamo ripetuto nessuna delle canzoni. Quindi avevamo 34 canzoni quando abbiamo finito, il che è stato super divertente. È stato super divertente, ma mentirei se dicessi che non è stato impegnativo. Penso che chiunque ci conosca sappia che... siamo un gruppo di un certo livello." Ha chiuso il suo pensiero dicendo che il risultato è stato che "ti senti come se in quel momento stessi scopando con gli altri ragazzi della band e con il pubblico".

Ulrich ha paragonato l'approccio dei Metallica a quello dei Deep Purple più classici: “Ritchie Blackmore… andava da solo finché ne aveva voglia. Poi guardava Ian Paice (il batterista dei Deep Purple, ndr) e gli altri sarebbero entrati nel terzo ritornello o una roba del genere. Esisteva una grande impulsività, una grande spontaneità, una grande energia".

Ed ha poi aggiunto ancora: "Non voglio salire sul piedistallo, ma sicuramente l'elemento pericolo dal vivo un po' è mancato. Non sto dicendo che lo realizzeremo. (...) Dico solo che per noi essere capaci di salire sul palco e suonare canzoni diverse ogni sera in qualche modo ci tonifica, ci tiene in qualche modo sul pezzo. Penso che sia un modo per essere sicuri di non addormentarci e di andare con il pilota automatico."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.