Mick Jagger sulla copertina di "Sticky Fingers": "Pensavo fossimo fottuti"

Il frontman della band inglese lo spiega in 'The Rolling Stones: Unzipped', volume in uscita a fine ottobre
Mick Jagger sulla copertina di "Sticky Fingers": "Pensavo fossimo fottuti"

L'artwork dell'album dei Rolling Stones pubblicato nel 1971 "Sticky Fingers" (leggi qui la recensione) è tra i più riconoscibili dell'intera storia del rock. Tuttavia, un difetto in fase di progettazione della copertina dell'LP quasi ne sabotò la sua uscita.

Il concept per la copertina era farina del sacco di Andy Warhol, che a quel tempo era buon amico del frontman della band britannica Mick Jagger, come da lui ricordato nel volume di prossima uscita 'The Rolling Stones: Unzipped': “Conoscevo molto bene Andy.

Gli ho dato il titolo dell'album ed è tornato con questo design davvero innovativo". L'idea di Warhol consisteva nel primo piano dell'inguine di un uomo in jeans, completo di una vera cerniera funzionante. Dietro si sarebbe aggiunta l'immagine di un uomo in mutande bianche. Ma anche con questo espediente, avere una vera cerniera in copertina si rivelò cosa non da poco per un motivo ben specifico.

“È piuttosto complicato perché vi sono molti componenti. La copertina ha una vera cerniera", ha spiegato Jagger. “Il problema era la spedizione. Quando abbiamo chiuso la copertina, il peso degli album ammaccava i vinili”. Come si sa o si può ben immaginare, un vinile danneggiato è praticamente inservibile. Nella prima tiratura di "Sticky Fingers", il danno alterava l'ascolto di "Sister Morphine". A trovare la soluzione per salvare capra e cavoli fu Craig Braun, il designer incaricato di realizzare la copertina, come lui stesso ricordò in una intervista rilasciata al New York Times nel 2015: "Ebbi l'idea che, forse, se la colla fosse stata abbastanza asciutta, avremmo potuto chiedere alle donne in catena di montaggio di tirare giù la cerniera in modo che questa andasse a colpire l'etichetta centrale del disco. Ha funzionato, ed era anche meglio vedere la cerniera tirata giù per metà." Jagger l'ha definita "una soluzione straordinaria", ammettendo candidamente di "pensare che fossimo fottuti".



Il libro 'The Rolling Stones: Unzipped' uscirà sul mercato il prossimo 26 ottobre e offre oltre 350 fotografie dei Rolling Stones: dall'abbigliamento on stage agli strumenti, fino ai design delle copertine degli album. Include inoltre nuovi commenti dei componenti della band Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts e Ronnie Wood.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.