Bruce Dickinson: ‘Senjutsu’ è uno dei suoi album preferiti degli Iron Maiden

Il cantante racconta il primo disco in sei anni della band britannica: “Dopo tanti album, non è niente male”
Bruce Dickinson: ‘Senjutsu’ è uno dei suoi album preferiti degli Iron Maiden

Lo scorso 3 settembre gli Iron Maiden hanno dato alle stampe il loro diciassettesimo album in studio, “Senjutsu”, primo lavoro discografico in sei anni della band britannica e definito da Bruce Dickinson come uno dei suoi album preferiti del gruppo.

A margine di un’intervista concessa alla francese “La Claque FNAC”, il 63enne cantante britannico ha spiegato: “È sempre una grande emozione quando viene pubblicato un nuovo album degli Iron Maiden”. Come ripreso da Blabbermouth e testimoniato nel video riportato più avanti, ha aggiunto:

“Pensavamo che fosse un grande album già quando lo abbiamo realizzato. Ma è stato due anni e mezzo fa, ormai quasi tre. Quindi dobbiamo darci un pizzicotto e dire: ‘Dai, controlliamo!’. È uno dei miei album preferiti. E dopo 17 album, non è niente male”. 

Parlando poi del processo di scrittura e registrazione di “Senjutsu”, oltre che della copertina del disco realizzata da Mark Wilkinson su un’idea del bassista Steve Harris e caratterizzata dall’immagine del mostro simbolo del gruppo Eddie in versione Samurai, Dickinson ha narrato:

“Vorrei dire che era tutto molto organizzato, ma noi non siamo così. Ci troviamo e diciamo tipo: ‘Qualcuno ha un paio di idee?’. Una volta Steve disse: ‘Ho un’idea. Ho questa traccia intitolata ‘Senjutsu’. Cosa ne pensiamo di un Eddie Samurai?’. Noi abbiamo riposto qualcosa del genere: ‘Oh, sì. Fantastico. Perché non lo abbiamo fatto prima?’. C’è stato un Eddie in versione egizia [per l’album ‘Powerslave’ del 1984, ndr], un Eddie fantascientifico [“Somewhere in time” del 1986] e un Eddie Maya [“The book of souls” del 2015]. L'album è come l’immagine di copertina. Ma, solo perché la copertina ha riferimenti giapponesi, non significa che ogni canzone sia organizzata per temi giapponesi”.

Pochi giorni dopo l’uscita del loro diciassettesimo disco, gli Iron Maiden hanno pubblicato il video animato di “Stratego”, secondo singolo estratto da “Senjutsu” dopo "The writing on the wall”, pezzo che ha segnato il ritorno sulle scene della band inglese con la sua prima canzone dopo sei anni. La clip, realizzata dal regista svedese Gustaf Holtenäs e che ha visto coinvolto lo studio d'animazione londinese BlinkInk, riprende il tema giapponese dell’album di Bruce Dickinson e soci, il cui titolo è un termine nipponico che si traduce con tattica e strategia, seguendo i suoi protagonisti in un viaggio attraverso l'immaginario del Giappone.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.