Abbiamo provato l’app SIAE+

Dall’installazione sullo smartphone al deposito dei brani, ecco come funziona il tool digitale che mette in contatto diretto i creativi con la Società Italiana degli Autori ed Editori
Abbiamo provato l’app SIAE+

Presentata nel febbraio del 2020 in occasione della settantasettesima edizione del Festival di Sanremo, l’app SIAE+ permette agli iscritti alla collecting di avere un filo diretto con la Società Italiana degli Autori ed Editori. Nata - come spiegato a Rockol lo scorso 24 giugno dal Direttore dell'Ufficio Ripartizione, Liquidazione e Online della Divisione Musica Nicola Migliardi - per “creare un canale di comunicazione con i nostri iscritti, e in particolare con i giovani autori”, l’app offre agli utenti tutti i servizi previsti da SIAE, permettendo loro di operare da remoto e in qualsiasi momento, grazie alle potenzialità delle nuove tecnologie.

    Presentata nel febbraio del 2020 in occasione della settantasettesima edizione del Festival di Sanremo, l’app SIAE+ permette agli iscritti alla collecting di avere un filo diretto con la Società Italiana degli Autori ed Editori. Nata - come spiegato a Rockol lo scorso 24 giugno dal Direttore dell'Ufficio Ripartizione, Liquidazione e Online della Divisione Musica Nicola Migliardi - per “creare un canale di comunicazione con i nostri iscritti, e in particolare con i giovani autori”, l’app offre agli utenti tutti i servizi previsti da SIAE, permettendo loro di operare da remoto e in qualsiasi momento, grazie alle potenzialità delle nuove tecnologie.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.