Pink Floyd, Nick Mason è “sbalordito” che Roger Waters si sia sentito maltrattato dalla band

Il batterista del leggendario gruppo inglese commenta le dichiarazioni rilasciate lo scorso mese da Waters, che dei suoi ex compagni di band aveva detto: “Erano arroganti”
Pink Floyd, Nick Mason è “sbalordito” che Roger Waters si sia sentito maltrattato dalla band

Lo scorso mese di settembre, a margine di una intervista rilasciata a Marc Maron, Roger Waters è tornato ad attaccare i Pink Floyd spiegando i motivi che nel 1985 lo spinsero a lasciare la leggendaria formazione inglese e a prendere le distanze da David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright. Ai microfoni del podcast WTF Waters ha spiegato: “Dicevano che ero stonato, che non avevo il senso della musica. Erano arroganti perché in fondo loro si sentivano poco importanti”.

Ora, in risposta alle parole di Roger Waters, è intervenuto il batterista del gruppo di “The dark side of the moon” che, intervistato da Jim DeRogatis di “The Coda Collection”, si è detto “sbalordito” dalle dichiarazione del suo ex compagno di band.

Come testimoniato dall’estratto video della conversazione, riportato più avanti, Nick Mason ha detto:

“Sono un po' sbalordito da questo. Penso sia stato un modo un po' troppo emotivo di dire che c'era una sorta di divisione all'interno della band. Perché Roger ha sempre guardato oltre la musica, in un certo senso. Penso che fosse una cosa un po’ posticcia. Penso che ci fosse da una parte chi voleva occuparsi di gonfiabili e fare film, oltre alla musica, e dall’altra quelli che volevano solo fare musica. Ma non credo che fossimo cattivi con lui, in particolare. È difficile immaginare di essere cattivi con Roger. Stalin era il bullo”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.