Censis, nel 2021 stabili gli ascoltatori delle radio italiane

I dati nel rapporto ‘I media dopo la pandemia’
Censis, nel 2021 stabili gli ascoltatori delle radio italiane

Nel 2021 il 79,6% degli italiani ha ascoltato la radio: il dato è contenuto nel rapporto del Censis “I media dopo la pandemia”, presentato oggi, mercoledì 6 giugno. Il numero di radioascoltatori, ha comunicato l’istituto, è rimasto stabile rispetto all’anno precedente. A cambiare sono stati le modalità di fruizione del media: mentre la radio ascoltata in casa attraverso l’apparecchio tradizionale ha perso 2,1 punti percentuali di utenza e l’autoradio 3,6 punti (penalizzata dalle limitazioni alla mobilità imposte durante le prime fasi dell’emergenza sanitaria), è aumentato l’ascolto delle trasmissioni radiofoniche via Web su personal computer (lo fa il 20,2% degli italiani: +2,9%) e attraverso lo smartphone (lo fa il 23,8%: +2,5%).

    Nel 2021 il 79,6% degli italiani ha ascoltato la radio: il dato è contenuto nel rapporto del Censis “I media dopo la pandemia”, presentato oggi, mercoledì 6 giugno. Il numero di radioascoltatori, ha comunicato l’istituto, è rimasto stabile rispetto all’anno precedente. A cambiare sono stati le modalità di fruizione del media: mentre la radio ascoltata in casa attraverso l’apparecchio tradizionale ha perso 2,1 punti percentuali di utenza e l’autoradio 3,6 punti (penalizzata dalle limitazioni alla mobilità imposte durante le prime fasi dell’emergenza sanitaria), è aumentato l’ascolto delle trasmissioni radiofoniche via Web su personal computer (lo fa il 20,2% degli italiani: +2,9%) e attraverso lo smartphone (lo fa il 23,8%: +2,5%).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.