Dirt Tapes, la resurrezione delle musicassette

Videointervista con uno dei fondatori dell'etichetta
Dirt Tapes, la resurrezione delle musicassette

Dalla passione per l’analogico è nata Dirt Tapes, la nuova etichetta di musicassette.

Dirt Tapes è la prima etichetta in Italia che produce musicassette originali con macchinari propri, affiancando gli artisti nella realizzazione della cassetta più adatta a rappresentare la propria musica.

“L’idea dietro Dirt Tapes è semplice: far uscire in cassetta album di ieri, oggi (e domani) senza barriere di genere e di nazionalità, l’unica regola è il rispecchiare i gusti singoli e comuni delle persone coinvolte in questa avventura.”

Dirt Tapes produce oggetti pensati per gli appassionati, i collezionisti, ma anche per chiunque voglia rendere ancora tangibile l’esperienza dell’ascolto. Un ritorno all’analogico e al contatto diretto con il supporto fisico, senza abbandonare però la modernità: all’interno del booklet di queste nuove audiocassette è presente, infatti, c'è un QR code con cui ascoltare l’album anche in versione streaming.

"Dirt Tapes non è una guerra alla musica in formato digitale (nel booklet c’è un qr code con cui ascoltare l’album anche in versione 'liquida'), ma per noi il legame con il supporto fisico è ancora qualcosa di imprescindibile, come per il vinile, un’altra nostra grande passione insieme alle cassette".

Dirt Tapes nasce dopo 3 anni di intenso lavoro alla ricerca della strumentazione migliore e del perfezionamento delle tecniche di produzione e registrazione, da un gruppo di appassionati di musica e collezionisti dei supporti audio analogici, professionisti del settore e addetti ai lavori: Karim Qqru, musicista, produttore e membro degli Zen Circus, David Stefani, musicista e organizzatore di eventi, Max Iantorno, Speaker Radiofonico e booking agent, Giacomo Coveri, licensing advisor.

Tra le attività della Dirt Tapes anche la produzione di cassette per label, band, merchandising, con un impegno a 360 gradi, dall’idea grafica alla stampa, oltre alla realizzazione e alla vendita di cassette vergini da 45 e da 60 minuti.

Qui di seguito la nostra intervista con Karim Qqru.

    Dalla passione per l’analogico è nata Dirt Tapes, la nuova etichetta di musicassette.

    Dirt Tapes è la prima etichetta in Italia che produce musicassette originali con macchinari propri, affiancando gli artisti nella realizzazione della cassetta più adatta a rappresentare la propria musica.

    “L’idea dietro Dirt Tapes è semplice: far uscire in cassetta album di ieri, oggi (e domani) senza barriere di genere e di nazionalità, l’unica regola è il rispecchiare i gusti singoli e comuni delle persone coinvolte in questa avventura.”

    Dirt Tapes produce oggetti pensati per gli appassionati, i collezionisti, ma anche per chiunque voglia rendere ancora tangibile l’esperienza dell’ascolto. Un ritorno all’analogico e al contatto diretto con il supporto fisico, senza abbandonare però la modernità: all’interno del booklet di queste nuove audiocassette è presente, infatti, c'è un QR code con cui ascoltare l’album anche in versione streaming.

    "Dirt Tapes non è una guerra alla musica in formato digitale (nel booklet c’è un qr code con cui ascoltare l’album anche in versione 'liquida'), ma per noi il legame con il supporto fisico è ancora qualcosa di imprescindibile, come per il vinile, un’altra nostra grande passione insieme alle cassette".

    Dirt Tapes nasce dopo 3 anni di intenso lavoro alla ricerca della strumentazione migliore e del perfezionamento delle tecniche di produzione e registrazione, da un gruppo di appassionati di musica e collezionisti dei supporti audio analogici, professionisti del settore e addetti ai lavori: Karim Qqru, musicista, produttore e membro degli Zen Circus, David Stefani, musicista e organizzatore di eventi, Max Iantorno, Speaker Radiofonico e booking agent, Giacomo Coveri, licensing advisor.

    Tra le attività della Dirt Tapes anche la produzione di cassette per label, band, merchandising, con un impegno a 360 gradi, dall’idea grafica alla stampa, oltre alla realizzazione e alla vendita di cassette vergini da 45 e da 60 minuti.

    Qui di seguito la nostra intervista con Karim Qqru.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.