David Bowie: l'album "perduto" del 2001 arriva finalmente nei negozi

Ancora un'altra sorpresa dagli archivi del leggendario artista britannico: rispunta l'album che Bowie avrebbe dovuto pubblicare nel 2001, prima di litigare con i suoi discografici. Qui la prima anticipazione, "You've got a habit of leaving".
David Bowie: l'album "perduto" del 2001 arriva finalmente nei negozi

Era pronto per essere spedito nei negozi: poi una disputa tra David Bowie e i suoi discografici dell'epoca, quelli della Virgin, spinse entrambe le parti a congelare il progetto, rimettendo il disco in un cassetto. Ora l'album "perduto" del fu Duca Bianco del 2001, "Toy", arriva finalmente nei negozi. Ad annunciarlo sono gli eredi di Bowie, a cinque anni e mezzo dalla scomparsa dell'artista.

"Toy", pensato come l'ideale successore di "Hours" del 1999, includeva versioni riarrangiate e reincise di alcune delle primissime canzoni di Bowie. Tra queste anche "You've got a habit of leaving", che la voce di "Space Oddity" pubblicò originariamente nel 1965, quando cantava con i Lower Third e si faceva chiamare ancora con il suo vero nome, David Jones. Il brano uscì nell'agosto del 1965: sul lato b c'era "Baby loves that way". Entrambi i brani sarebbero stati raccolti successivamente nell'Ep "The Manish Boys/Davy Jones and the Lower Third" del 1979 e nella raccolta "Early on (1964-1966" del 1991. "You've got a habit of leaving" sarebbe stata inclusa anche nella raccolta "Nothing has changed" del 2014. Qui sotto potete ascoltare la versione di "Toy", appena condivisa dagli eredi:

La data d'uscita di "Toy" non è stata ancora svelata. Stando a quanto lasciato intendere dagli eredi di Bowie sui social, la pubblicazione del disco dovrebbe essere imminente.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.