Judas Priest: sul palco arriva un toro gigantesco

Il cantante Rob Halford: "Dalle nostre parti questi animali fanno parte del mondo del commercio. E' una cosa folle, ma lo abbiamo voluto sul palco".
Judas Priest: sul palco arriva un toro gigantesco

Rob Halford, voce dei Judas Priest, ha spiegato perché l'attuale spettacolo della band presenta un gigantesco toro gonfiabile che appare sul palco verso la fine. Il cantante ha sottolineato che si tratta di un tributo alla città natale della band britannica,  Birmingham. In una recente intervista con LifeMinute, Halford ha affermato che il tour "50 Heavy Metal Years" dei Priest è stata un'opportunità per riflettere sul passato della band. "Quando ero un bambino, quando eravamo bambini eravamo circondati dall'industria pesante, dalle acciaierie, dalle fabbriche di ferro. Per questo sul palco portiamo determinati riferimenti". 

Ha continuato: "Abbiamo uno spettacolo di luci spettacolare su cui abbiamo sempre posto l'accento, grandi cose che accadono sugli schermi video, vestiti e un paio di cose folli come questo gigantesco, enorme toro gonfiabile che occupa la metà della dimensione del palco.

Da dove veniamo, Birmingham, i tori venivano venduti in un'area, era parte del commercio, è qualche cosa che racconta da dove veniamo". Nel XVIII secolo, l'arena dei tori a Birmingham era il luogo in cui gli animali venivano portati prima di essere macellati. Negli anni '60 vi fu costruito un centro commerciale che prese anche il nome di "Bull Ring". È stato sostituito da un nuovo centro commerciale "Bullring" nel 2003, che ospita la statua del toro su larga scala su cui sembra essere basato il gonfiabile di Priest.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.