‘Salviamo la musica live’, l'appello al governo di artisti e promoter

Il settore si compatta e chiede il ripristino delle capienze al 100% (con Green Pass e mascherine)
‘Salviamo la musica live’, l'appello al governo di artisti e promoter

Ci sono tutti, dalle più grandi star della scena musicale italiana (Vasco Rossi, Ligabue, Laura Pausini, Emma Marrone, Achille Lauro, Andrea Bocelli, Tiziano Ferro, Elodie, Eros Ramazzotti, Salmo, Fedez e Fiorella Mannoia, solo per citarne alcuni) a nomi di spicco della scena internazionale (Aerosmith, Depeche Mode, Nick Cave, Guns N’ Roses, Nick Mason, Muse, Greta Van Fleet), e soprattutto, il comparto della musica dal vivo tricolore (quasi) al completo, con Assomusica a guidare una cordata composta tanto dai due gruppi principali operativi sul mercato italiano, CTS Eventim (con Friends & Partners, D’Alessandro e Galli, Vertigo e Vivo) e Live Nation (quest’ultima non legata all’associazione di categoria guidata da Vincenzo Spera), quanto dai indipendenti di rilievo come Trident, Tattica, OTR, DNA e Locusta: tutti uniti per domandare al governo il ripristino della piena capienza delle venue che ospitano spettacoli di musica dal vivo, che ancora oggi - a differenza di molti altri settori - sono costrette a osservare le restrizioni prese nella prima fase dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

    Ci sono tutti, dalle più grandi star della scena musicale italiana (Vasco Rossi, Ligabue, Laura Pausini, Emma Marrone, Achille Lauro, Andrea Bocelli, Tiziano Ferro, Elodie, Eros Ramazzotti, Salmo, Fedez e Fiorella Mannoia, solo per citarne alcuni) a nomi di spicco della scena internazionale (Aerosmith, Depeche Mode, Nick Cave, Guns N’ Roses, Nick Mason, Muse, Greta Van Fleet), e soprattutto, il comparto della musica dal vivo tricolore (quasi) al completo, con Assomusica a guidare una cordata composta tanto dai due gruppi principali operativi sul mercato italiano, CTS Eventim (con Friends & Partners, D’Alessandro e Galli, Vertigo e Vivo) e Live Nation (quest’ultima non legata all’associazione di categoria guidata da Vincenzo Spera), quanto dai indipendenti di rilievo come Trident, Tattica, OTR, DNA e Locusta: tutti uniti per domandare al governo il ripristino della piena capienza delle venue che ospitano spettacoli di musica dal vivo, che ancora oggi - a differenza di molti altri settori - sono costrette a osservare le restrizioni prese nella prima fase dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.