Salmo e il concerto a Olbia: arrivano le prime sanzioni

A pagare non è il rapper - ma la procura di Tempio Pausania indaga per individuare i responsabili dello show e chi ha permesso che 4 mila persone potessero radunarsi senza rispettare le norme anti-Covid - ma i gestori della ruota panoramica.
Salmo e il concerto a Olbia: arrivano le prime sanzioni

Arrivano le prime sanzioni per il concerto tenuto da Salmo lo scorso venerdì a Olbia di fronte a 4 mila persone che sotto la ruota panoramica della città hanno ballato e cantato con regole pre-pandemia. A pagare non è il rapper - ma la procura di Tempio Pausania ha lasciato intendere di aver aperto un'inchiesta per individuare i responsabili dello show - ma i gestori della stessa ruota panoramica. Che secondo alcuni quotidiani locali avrebbero ricevuto una sanzione da mille euro per l'uso improprio che avrebbero fatto dello spazio demaniale che la società gestisce su concessione dell'Autorità portuale della Sardegna. 

"Tre giorni prima del live ho fatto piazzare sotto la ruota panoramica, nel centro di Olbia, un piccolo palco. I primi due giorni dovevano esibirsi vari artisti locali. Il terzo giorno toccava a me. Il tutto è stato organizzato sotto falso nome, ovviamente. Infatti nella locandina c’era scritto DJ Treeplo, non Salmo”: così, su Instagram, Salmo ha raccontato come è riuscito a organizzare il concerto. "Hai preso in giro la tua città e la tua isola", lo ha ammonito Fedez, tra i primi protagonisti del pop italiano a condannare sin da subito la mossa del collega, dando di fatto il via a un duro botta e risposta che è durato diversi giorni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.