La casa dove crebbe Kurt Cobain è ora patrimonio culturale

L'edificio in cui il frontman dei Nirvana visse dal 1968 al 1984 è sito ad Aberdeen, nello stato di Washington
La casa dove crebbe Kurt Cobain è ora patrimonio culturale

La casa d'infanzia di Kurt Cobain ad Aberdeen, (stato di Washington), dove il frontman dei Nirvana ha vissuto dal 1968 al 1984, è ora ufficialmente un bene di rilevanza culturale. Il mese scorso, come riporta il magazine statunitense Rolling Stone, il Dipartimento di archeologia e conservazione storica dello stato di Washington ha votato all'unanimità per l'inclusione nel suo registro degli edifici culturalmente importanti.

Ma questo è solo l'inizio dei piani degli attuali proprietari Lee e Danielle Bacon. "Il nostro obiettivo è rendere la casa un tributo alla infanzia e alla carriera di Kurt, con dettagli museali", afferma Lee Bacon, che ha acquistato la casa dalla famiglia Cobain nel 2018 per 225.000 dollari. "Il prossimo passo è come realizzarlo." Il lavoro dei Bacon per riportare la casa alla sua epoca vintage sono completati "dal 90 al 95 per cento" e, sebbene i regolamenti urbanistici del quartiere impediscano all'edificio di diventare un museo a tempo pieno, stanno prendendo in occasione delle opzioni per aprirlo per tour privati.

Oltre alla casa, i Bacon hanno acquistato un edificio a un miglio e mezzo di distanza, nel centro di Aberdeen. Lì, intendono costruire un "Tribute Lounge And Gallery Cafe" dedicato a Cobain, con manufatti, foto, cimeli e fotografie per "raccontare la storia della casa" e fungere da "punto di partenza per informazioni, tour e trasporto alla casa di famiglia." I Bacon stanno "lavorando sulla logistica" per aprirlo ai tour "in giorni speciali, eventi o manifestazioni a richiesta".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.