Nicky Wire si scusa per ciò che un tempo augurò a Michael Stipe

Il bassista dei Manic Street Preachers nel 1993 disse di augurarsi la morte per AIDS del frontman dei R.E.M.
Nicky Wire si scusa per ciò che un tempo augurò a Michael Stipe

Il bassista dei Manic Street Preachers, Nicky Wire, in una intervista concessa al magazine Mojo afferma di "rimpiangere profondamente" un commento che fece negli anni '90, quando augurò la morte per AIDS al frontman dei R.E.M. Michael Stipe.

L'uscita molto più che infelice Wire la fece nel 1993, durante un concerto disse di desiderare che Stipe "facesse la stessa cosa di Freddie Mercury", morto in seguito a complicazioni con il virus dell'AIDS nel 1991.

Nell'intervista, l'oggi 52enne Nicky Wire ha attribuito la causa della sua dichiarazione all'alcol che avrebbe alterato la sua personalità, anche se dice che "non ci sono scuse" per iò che ha detto.

"È strano, perché non mento quando parlo della mia timidezza quando ero giovane. Ho sempre dei dubbi sulle persone che dicono di non avere rimpianti. Io ne ho milioni. Rimpiango profondamente alcune cose folli, le cose orribili che ho detto. Cose maligne. E non ho nessuna scusa. A volte ero assolutamente ubriaco fradicio da Babycham (una bevanda poco alcolica composta da pera e soda, ndr) e vodka. Ci si dimentica quanto il bere può alterarti. Non bevo da undici anni. Nessuna grande crisi o cose del genere, solo, 'Ho dei bambini e non riesco più ad alzarmi la mattina'".

Il bassista ha inoltre detto che riceve una botta sui suoi precedenti errori da parte dei suoi figli e spiega: "Mia figlia adora raccogliere queste cose. A tavola poi dirà, 'Non puoi parlare papà. Guarda cosa detto nel 1992. Guarda cosa hai detto nel '94…'"

Sempre nell'intervista, Wire ha anche chiamato "presumibilmente di sinistra" i musicisti e gli attori che accettano le onorificenze dalla regina, da parte sua, dice che "piuttosto che ricevere un OBE o un MBE (onorificenze dell'impero britannico, ndr) preferirebbe essere pugnalato negli occhi con una matita".

I Manic Street Preachers pubblicheranno il nuovo album, intitolato "The Ultra Vivid Lament", il prossimo 3 settembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.