Addio a Biz Markie: il rapper di ‘Just a friend’ è morto a 57 anni

Tra coloro che hanno reso omaggio a “The clown prince of hip-hop”, anche Mike D dei Beastie Boys e Flea dei Red Hot Chili Peppers
Addio a Biz Markie: il rapper di ‘Just a friend’ è morto a 57 anni

Lo scorso 16 luglio è venuto a mancare all’età di 57 anni il rapper di New York Biz Markie, all’anagrafe Marcel Theo Hall e noto soprattutto per il singolo del 1989, “Just a friend”, dal suo secondo album in studio “The biz never sleeps”.

La notizia della scomparsa dell’artista, soprannominato anche “The clown prince of hip-hop” per il suo ruolo da pioniere del genere e il suo senso dell’umorismo, è stata confermata dalla sua rappresentante Jenni Izumi, che attraverso una dichiarazione ripresa dalla ABC News, ha fatto sapere: “È con profonda tristezza che annunciamo che questa sera, con sua moglie Tara al suo fianco, il pioniere dell'Hip Hop Biz Markie è morto pacificamente.

Siamo grati per le numerose chiamate e preghiere di sostegno che abbiamo ricevuto in questo momento difficile”. E ancora: “Biz ha creato un'eredità artistica che sarà celebrata per sempre dai suoi colleghi del settore e dai suoi amati fan, le cui vite lui ha potuto toccarle con mano attraverso la musica, per oltre 35 anni. Lascia una moglie, molti familiari e amici intimi a cui mancheranno la sua vivace personalità, i suoi scherzi costanti e le battute frequenti. Chiediamo rispettosamente privacy per la sua famiglia mentre piangono la persona amata”.

Il sito di gossip e intrattenimento TMZ ha riferito che Biz Markie è deceduto alle 18:25 di venerdì, 16 luglio, in un ospedale di Baltimora. Al momento la causa della morte del rapper, dj e produttore non è stata resa pubblica. Come già noto, negli ultimi tempi il rapper newyorkese aveva sofferto di gravi problemi di salute a causa di complicanze del diabete di tipo 2, tanto che lo scorso anno era stata data notizia che l’artista era ricoverato in ospedale da diverse settimane. In precedenza Biz Markie aveva perso oltre 60 chili nel tentativo di gestire il diabete. In una intervista rilasciata nel 2014 ad ABC News dichiarò: "Se non avessi cambiato, il diabete sarebbe peggiorato. [I medici] hanno detto che potrei perdere i piedi. Dissero che potevo perdere delle parti del corpo. Molte cose potrebbero succedere”.

Nato ad Harlem nel 1964 e cresciuto a Long Island, Marcel Theo Hall ha dato il via alla sua carriera facendosi le ossa nei nightclub di New York. Biz Markie ha pubblicato il suo album di debutto, “Going’ off”, nel 1988 e ha iniziato ad attirare attenzione su di sé grazie anche al singolo “Make the music with your mouth, Biz”. L’anno successivo è uscito il secondo disco “The biz never sleeps”, contenente il singolo di maggior successo di Biz Markie, “Just a friend”, che nel 1990 raggiunse la posizione numero nove nella Billboard Hot 100. Nel corso della sua carriera Marcel Theo Hall ha dato alle stampe altri tre album in studio, l’ultimo dei quali è “Weekend warrior” del 2003. 

A seguito della notizia della scomparsa, tra coloro che hanno reso omaggio a Biz Markie ci sono Mike D dei Beastie Boys, Flea dei Red Hot Chili Peppers, LL Cool J, Missy Elliott e molti altri.

Per ricordare il compianto artista, Mike D ha affidato il suo ultimo saluto in una dichiarazione pubblicata dall’edizione statunitense di “Rolling Stone” in cui - tra le altre cose - si legge: “È anche importante constatare che Biz non era solo un rapper o un produttore, ma un vero intrattenitore. Poteva salire e far scatenare la folla in qualsiasi circostanza, dalle sue leggendarie prime apparizioni al Latin Quarter di New York City al Tibetan Freedom Concert al Golden Gate Park di San Francisco”. E ancora: “Biz, ti vogliamo bene e ci manchi e siamo così grati per tutto quello che abbiamo avuto modo di fare insieme”.

“Tutto il mio affetto per l'unico portatore di amore e gioia, il grande Biz Markie. Ascolterò i suoi dischi fino al giorno in cui morirò e il mio cuore si rallegrerà. Ti voglio bene Biz”, ha scritto in un post condiviso su Twitter il bassista della band di “Californication”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.