I rockettari americani stroncano i Maneskin: "Preferiamo la morte del rock"

Arriva la prima stroncatura oltreoceano per la band, lanciatissima a livello mondiale: per il critico della rivista, punto di riferimento dei seguaci della scena rock, il loro suono è vecchio e obsoleto. E la cover di "Beggin'" semplicemente "atroce".
I rockettari americani stroncano i Maneskin: "Preferiamo la morte del rock"
Credits: Gabriele Giussani

Il New York Times li ha intervistati, celebrando la loro vittoria all'Eurovision Song Contest 2021 e raccontandone i primi successi internazionali. Billboard, la bibbia delle classifiche, sottolinea i loro traguardi nelle chart. Ma c'è anche chi in America dice no ai Maneskin. È Stereogum, punto di riferimento per i seguaci della scena rock e indipendente. Il critico Chris Deville ha stroncato durissimamente il successo di Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio oltreoceano. Facendosi beffe dello stile della rock band romana. E anche dei gusti del pubblico europeo.

In un lungo articolo quasi tutto incentrato sulla cover di "Beggin'", da ormai due settimane in testa alla Spotify Global Chart, la classifica relativa alle canzoni più ascoltate sulla piattaforma a livello mondiale (il brano è riuscito pure ad entrare nella top 50 americana di Billboard), Deville ha analizzato il successo dei Maneskin negli Usa - attribuibile, secondo lui, in larga parte a TikTok, dove la stessa cover di "Beggin'", "Zitti e buoni" e "I wanna be your slave" fanno da sottofondo ai video di creator e fan - e ha detto la sua sul progetto:

"Altro che vittoria per il rock: quella cover è atroce, un'offesa".

Il critico definisce il sound dei Maneskin vecchio e obsoleto e arriva a paragonarlo a quello di rock band al successo alla fine degli Anni '90 come i Loudmouth e i Buckcherry:

"Non è poi così sorprendente che una band del genere abbia avuto successo in Europa - non pretendo nemmeno di comprendere i gusti della gente di quel continente - ma sono un po' scioccato dal fatto che 'Beggin'' stia facendo breccia anche in America. Il timbro del cantante sembra la parola di un cantante che fa spelling della parola rock: r-a-w-k. La loro musica suona come una suggestione un po' squallida di un'esibizione degli Incubus ai tempo del Sunset Strip. prego che la loro comparsa sia un caso isolato e che non ci sarà un revival di questo di tipo di hard rock terribile. se è questa roba che deve prendere piede qui, è meglio che il rock sia morto".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.