Concerti e ripartenza, parla Daniele Bei (Ticketmaster)

Il managing director della filiale italiana della società di ticketing fa il punto della situazione a 18 mesi dall'inizio dell'emergenza sanitaria: 'La ripresa? Guardiamo al 2022. E il Green Pass...'
Concerti e ripartenza, parla Daniele Bei (Ticketmaster)

“La voglia di live è altissima, ed è proprio come è stata descritta da Michael Rapino e Joe Berchtold [rispettivamente ceo e presidente di Live Nation] per quanto riguarda gli USA, dove siamo arrivati a picchi di mezzo milione di biglietti venduti al giorno: in Italia sta accadendo la stessa cosa", Daniele Bei, dall'estate del 2018 managing director del distaccamento italiano di Ticketmaster, la divisione dedicata alla biglietteria della multinazionale statunitense del live promoting Live Nation, ci conferma che sì, nonostante 18 mesi di stop totale alla musica dal vivo e a una ripartenza che in molti auspicavano meno accidentata, il palco rappresenta ancora una delle attrattive più forti per occhi e orecchie degli appassionati: "Il desiderio di tornare ai concerti non lo davamo affatto per scontato, soprattutto dopo un periodo lungo come quello che abbiamo vissuto, ma nello scorso mese di giugno abbiamo avuto una risposta altissima da parte del pubblico. La particolarità è che la ripresa riguarda, per il momento, il 2022, perché sono in pochi a pensare che si possa tornare alla normalità già il prossimo autunno”.

    “La voglia di live è altissima, ed è proprio come è stata descritta da Michael Rapino e Joe Berchtold [rispettivamente ceo e presidente di Live Nation] per quanto riguarda gli USA, dove siamo arrivati a picchi di mezzo milione di biglietti venduti al giorno: in Italia sta accadendo la stessa cosa", Daniele Bei, dall'estate del 2018 managing director del distaccamento italiano di Ticketmaster, la divisione dedicata alla biglietteria della multinazionale statunitense del live promoting Live Nation, ci conferma che sì, nonostante 18 mesi di stop totale alla musica dal vivo e a una ripartenza che in molti auspicavano meno accidentata, il palco rappresenta ancora una delle attrattive più forti per occhi e orecchie degli appassionati: "Il desiderio di tornare ai concerti non lo davamo affatto per scontato, soprattutto dopo un periodo lungo come quello che abbiamo vissuto, ma nello scorso mese di giugno abbiamo avuto una risposta altissima da parte del pubblico. La particolarità è che la ripresa riguarda, per il momento, il 2022, perché sono in pochi a pensare che si possa tornare alla normalità già il prossimo autunno”.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.