Madonna su Britney Spears: "La schiavitù è stata abolita tanto tempo fa!"

E aggiunge: "Britney, stiamo venendo a tirarti fuori dalla prigione!"
Madonna su Britney Spears: "La schiavitù è stata abolita tanto tempo fa!"

Nei giorni scorsi Britney Spears si è vista rifiutare da una corte negli Stati Uniti la richiesta di non rimanere altro tempo sotto la tutela di uno o più garanti, una vicenda che ha avuto inizio nel 2008 quando la musicista statunitense ebbe un crollo psichico.

Nel tempo si è formato un gruppo a suo sostegno, sempre più numeroso, chiamato FreeBritney. Ora anche Madonna si è schierata con lei e ha paragonato la tutela alla quale è sottoposta alla schiavitù. Questo è il pensiero, limpido come acqua di fonte, della 'Material Girl' sulla realtà che sta vivendo la oggi 39enne interprete di "...Baby One More Time".

La regina del pop ha espresso il suo sostegno a Britney pubblicando sul suo profilo Instagram una sua immagine con una maglietta con sopra scritto Britney Spears corredata da queste parole: "Restituite a questa donna la sua vita. La schiavitù è stata abolita tanto tempo fa! Morte all'avido patriarcato che da secoli fa questo alle donne. Questa è una violazione dei diritti umani! Britney, stiamo venendo a tirarti fuori dalla prigione!".



Questo intervento di Madonna arriva dopo che l'avvocato d'ufficio della Spears Samuel Ingham III e il suo storico manager Larry Rudolph si sono entrambi dimessi dal loro ruolo nella tutela della musicista all'inizio di questa settimana. Britney il mese scorso in tribunale aveva richiesto che fosse revocata questa misura nei suoi confronti.

La misura della tutela viene istituita quando si ritiene che un soggetto non sia in grado di gestire le proprie finanze, il proprio benessere e, in generale, di badare a se stesso. Nel frattempo il padre della Spears, Jamie, si è opposto alla richiesta Jodi Montgomery, una delle tutor della figlia, di avere maggiore budget per la sua sicurezza personale a seguito di presunte minacce di "violenza e persino di morte". La richiesta di Jodi Montgomery di avere un servizio di sicurezza 24 ore al giorno, sette giorni su sette, è stata contestata nei documenti legali depositati da Jamie Spears, con il costo della sicurezza fissato 50.000 dollari al mese "per un periodo indefinito di tempo".

Si legge nel documento a cura del padre di Britney Spears: "Se la Corte accoglie la petizione ex parte, si prevede che la signora Montgomery non sarà l'unica a richiedere una protezione aggiuntiva a carico della Conservatorship Estate".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.