U2: il video della primissima esibizione in tv della band, non ancora famosa. GUARDA

Bono non aveva ancora compiuto 18 anni. The Edge ne aveva appena 16. Pochi mesi dopo, la svolta.
U2: il video della primissima esibizione in tv della band, non ancora famosa. GUARDA

Nel 1978 i futuri U2 suonavano insieme già da un paio di anni. La band si era formata tra i corridoi della Mount Temple Comprehensive School di Dubilino, dove il belloccio Paul David Hewson (soprannominato Bono Vox), Larry Mullen, Adam Clayton, David Howell Evans (The Edge) e suo fratello Dick Evans conquistano le ragazzine suonando pezzi come "Show me the way" di Peter Frampton, "Jumpin' Jack Flash" dei Rolling Stones e "Suffragette city" di David Bowie, facendo girare il nome del gruppo.

Che non era ancora U2, ma The Hype. È con l'uscita del secondo chitarrista, Dick Evans, fratello di The Edge, che nasce la formazione definitiva. E con il nome di U2 il quartetto appare per la prima volta in tv, in un programma della RTE - la principale emittente televisiva irlandese - dedicato alle nuove tendenze dei giovani, "Youngline", nel giugno del 1978. Ecco il video di quell'esibizione:.

Adam Clayton non aveva ancora compiuto 18 anni. Nemmeno Bono. The Edge (che suonava una Fender Stratocaster, non ancora la sua iconica Gibson Explorer) e Larry Mullen avevano entrambi 16 anni. Il gruppo suonò - tra gli altri - gli inediti "Street mission" e "The fool", che ancora oggi circolano tra i fan solo come bootleg e registrazioni non ufficiali.

Nel giro di pochi mesi il manager Paul McGuinness avrebbe fatto di quei quattro sbarbatelli delle promesse del rock (continuò ad affiancare gli U2 fino al 2013: "Paul ci ha salvato da noi stessi molte volte e noi non saremmo gli U2 senza di lui: Presto gli U2 inizieranno una nuova avventura intorno al mondo e capiamo e rispettiamo totalmente il desiderio di Paul di non tornare sul carrozzone", scrisse la band in una lettera di ringraziamento pubblicata sul sito ufficiale, ufficializzando la separazione).

Nel 1980 Bono e soci firmarono per Island Records e pubblicarono subito dopo il loro album d'esordio, "Boy": il primo tassello di una discografia che ad oggi si compone di quattordici album in studio, 170 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.