Un anno di carcere per Lil' Kim

Un anno di carcere per Lil' Kim
366 giorni dietro le sbarre e una multa di 50mila dollari: questa la sentenza per Lil’ Kim. La rapper, sotto processo per falsa testimonianza e cospirazione, si è presentata davanti ad un giudice federale di New York mercoledì 6 luglio per conoscere il proprio destino. Kim, nata Kimberly Jones, rischiava fino a vent’anni di reclusione per aver protetto i suoi amici coinvolti nella sparatoria avvenuta il 25 febbraio 2001 a New York, fuori dalla sede di Radio Hot 97 (vedi News). L’artista, riconosciuta colpevole nel marzo di quest’anno, potrebbe diventare la prima esponente femminile famosa del rap a finire dietro le sbarre, sempre che eventuali appelli non le risparmino questa esperienza. Lil’ Kim compirà 30 anni la prossima settimana, e sta attualmente ultimando il suo nuovo album.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.