Britney, parlano i giudici: "È incapace di gestire le sue risorse finanziarie"

La corte dice no alla richiesta della popstar: resterà sotto la tutela del padre-padrone.
Britney, parlano i giudici: "È incapace di gestire le sue risorse finanziarie"

Non ha - almeno per ora - un finale lieto la storia di Britney Spears, che da mesi si batte affinché i giudici rimuovano la tutela legale al padre-padrone, Jamie Spears, che la esercita dal 2008, dopo che la popstar ebbe una crisi psichica.

Secondo quanto riporta l'affidabile e prestigioso portale dedicato al mondo dell'intrattenimento Variety, analizzando i documenti depositati al tribunale di Los Angeles sulla battaglia legale, la corte chiamata ad esprimersi sulla vicenda ha deciso di respingere ancora una volta la richiesta della voce di "Toxic" di essere rimossa dalla tutela legale del padre, contro il quale Britney si è scagliata anche nell'udienza dello scorso 23 giugno, quando comparendo di fronte ai giudici ha pronunciato un duro "j'accuse" nei confronti di chi l'ha circondata fino ad oggi.

"Ho detto al mondo intero che stavo bene ed ero felice: ma è una bugia - ha dichiarato la cantante - non sono felice, non riesco a dormire. Sono così arrabbiata che quasi impazzisco e sono depressa". E ancora: "Voglio sposarmi e avere un bambino. Volevo farmi togliere la spirale e avere un bambino, ma i miei tutori non me lo fanno fare perché non vogliono che abbia un bambino".

Se in seguito a quelle dichiarazioni la giudice Brenda Penny, la stessa che lo scorso febbraio sulla scia del documentario del New York Times "Framing Britney Spears", aveva deciso di rimuovere la tutela esclusiva al padre, dai documenti ora emerge che la corte ha trovato Britney Spears "incapace di gestire le proprie risorse finanziarie o di evitare truffe". E per questo ha respinto la sua richiesta.

Per Britney si tratta di una sconfitta: il padre Jamie continuerà ad avere voce in capitolo sui beni e le decisioni personali dell'artista, in collaborazione con la Bessemer Trust, società di servizi finanziari. Come i giudici avevano disposto già a febbraio.

E tuttavia ora si apre una nuova battaglia. Sul piede di guerra, stavolta, è proprio il padre Jamie, che ha storto il naso di fronte alle durissime dichiarazioni della figlia in tribunale. Il discorso pronunciato dalla popstar potrebbe causarle guai. Il padre ha infatti chiesto ai giudici di indagare sulle affermazioni di Britney, chiamando in causa Jodi Montgomery, nominata conservatrice temporanea nel 2019 dopo alcuni problemi di salute del padre, e l'avvocato della cantante, Samuel D. Ingham III.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.