Quella volta che De André e Villaggio distrussero una Spider dopo aver scritto una canzone

La storia venne rievocata dal comico e attore amico di Faber.
Quella volta che De André e Villaggio distrussero una Spider dopo aver scritto una canzone

Paolo Villaggio in più occasioni ha ricordato il grande amico Fabrizio De André, svelando aneddoti e retroscena. Ce ne è uno, che il comico e attore raccontò a Repubblica, che riguarda “Carlo Martello che ritorna dalla battaglia di Poitiers”. La canzone, impostata come una sorta di ballata medievale e scritta proprio a quattro mani con l’attore di Fantozzi, ridicolizza su una figura storica. "Il fannullone/Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers" è il terzo singolo a 45 giri di Fabrizio De André, pubblicato in Italia dalla Karim nel 1963.

"La notte in cui scrivemmo Carlo Martello era successo di tutto. Lui mi chiese di mettere i versi sulla sua musica solo perché mi piaceva molto la storia medievale. Ma quella che venne fuori era una canzone troppo atipica per gli standard dell’epoca, era rivolta a un target diverso da quello delle canzonette che giravano, così pensammo di portarla a Milano a Nanni Ricordi, l’unico discografico illuminato che conoscevamo. Prendemmo una macchina prestata da Mauro, il fratello di Fabrizio, era una spider rossa e lui disse: “Mi raccomando, se ci fate solo un graffio…”, e noi: “Ma ti pare, che dici, te la riportiamo perfetta […] All’alba siamo ripartiti, abbiamo sfasciato la macchina slittando su una macchia d’olio, siamo tornati in autostop. Quando ci vide Mauro chiese con un tono da battaglia: la macchina? Sei stato fortunato, rispondemmo, non ci siamo fatti niente. Ci ha sputato in faccia". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.