Addio a Peter Zinovieff, genio dei sintetizzatori: il suo VCS3 fu usato anche da Battiato

Influenzò Beatles, Pink Floyd, Kraftwerk. Lo amava molto Thom Yorke, che lo aveva recentemente anche omaggiato.
Addio a Peter Zinovieff, genio dei sintetizzatori: il suo VCS3 fu usato anche da Battiato

Tra quelli che hanno utilizzato i suoi sintetizzatori in studio di registrazione ci sono anche i Beatles, David Bowie, i Kraftwerk e i Pink Floyd.

Nel 2015, in un'intervista al Guardian, aveva raccontato di quella volta che insegnò a Ringo Starr a suonare il VCS3, da lui prodotto nel 1969 per conto della società londinese Electronic Music Studios: lo stesso sintetizzatore che Battiato si procurò all'inizio degli Anni '70 e che utilizzò da "Fetus" in poi, nel suo periodo sperimentale. Peter Zinovieff, ingegnere del suono e compositore britannico, classe 1933, si è spento all'età di 88 anni. A darne notizia è stato il compositore e ricercatore James Gardner, che ha dedicato parte dei suoi studi proprio al lavoro di Peter Zinovieff , intervistando a più riprese l'ingegnere del suono.

Il "suo" VCS3 fu il primo sintetizzatore "portatile" disponibile in commercio, di dimensioni più piccole rispetto a quelli prodotti da Moog Music e ARP Instruments: all'epoca costava meno di mille sterline, nel Regno Unito. Dopo Battiato, in Italia anche Lucio Battisti utilizzò ampiamente il sintetizzatore per la stesura di "Anima latina".

Oltre ad essere un ingegnere del suono, Zinovieff era anche un compositore e un esecutore. Thom Yorke dei Radiohead lo apprezzava particolarmente e recentemente aveva inserito un suo brano, "Tarantella", in una delle sue playlist.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.