Britney Spears parla dopo l’udienza: ‘Mi scuso per aver finto di stare bene’

A seguito dell’udienza durante la quale la popstar ha chiesto la fine della tutela del padre, la voce di "...Baby one more time” ha rilasciato una dichiarazione sui suoi profili social
Britney Spears parla dopo l’udienza: ‘Mi scuso per aver finto di stare bene’

Il 23 giugno, Britney Spears è intervenuta virtualmente contro la tutela legale affidata da 13 anni al padre James “Jamie” Spears, e che assoggetta ogni azione della popstar statunitense, durante l’udienza che si è tenuta presso la Stanley Mosk Courthouse di Los Angeles. Ora, la cantante ha rilasciato la sua prima dichiarazione pubblica dopo l’udienza, attraverso un messaggio condiviso sul suo profilo Instagram.

Nel corso dell’udienza la voce di "...Baby one more time” ha dichiarato alla giudice della Superior Court di Los Angeles Brenda Penny di non voler altre perizie psichiatriche e di voler esser libera d’ora in poi. "Voglio sposarmi e avere un bambino. Volevo farmi togliere la spirale e avere un bambino, ma i miei tutori non me lo fanno fare perche' non vogliono che abbia un bambino”, ha detto la 39enne artista.

Nel post pubblicato sui social nella notte tra il 24 e il 25 giugno, accompagnato dall’immagine di una bambina con una frase attribuita ad Albert Einstein che recita: “Se vuoi che i tuoi figli siano intelligenti, leggi loro delle favole. Se vuoi che siano ancora più intelligenti, leggi loro altre favole”, Britney Spears ha chiesto scusa per “aver finto di essere stata bene negli ultimi due anni” e ha fatto sapere di averlo fatto “per il mio orgoglio, ed ero imbarazzata nel condividere quello che mi è successo”.

“Voglio dirvi un piccolo segreto”, si legge all’inizio del messaggio condiviso dalla cantante:

“Credo che tutti noi, come persone, desideriamo una vita da favola e da quello che ho condiviso sui social la mia vita sembra apparire ed essere piuttosto sorprendente. Penso sia quello per cui tutti ci impegniamo. Quello era uno dei tratti migliori di mia madre: non importava quanto fosse una giornata di merda quando ero più giovane, per il mio bene e dei miei fratelli, faceva sempre finta che tutto andasse bene. Sto portando questo all'attenzione della gente perché non voglio che la gente pensi che la mia vita sia perfetta perché non è assolutamente così. Se avete letto le notizie su di me questa settimana, saprete che non è per niente così”.

Recita poi il post pubblicato su Instagram e riportato di seguito:

"Mi scuso per aver finto di essere stata bene negli ultimi due anni. L'ho fatto per il mio orgoglio ed ero imbarazzata nel condividere quello che mi è successo. Ma onestamente, chi non vuole mostrare il proprio Instagram sotto una luce divertente?! Che tu ci creda o no, fingere di stare bene mi ha davvero aiutato. Quindi ho deciso di pubblicare questa citazione oggi perché, quando stai attraversando l’inferno, mi sembra che Instagram mi abbia aiutata ad avere uno sfogo interessante per condividere la mia presenza, la mia esistenza. E semplicemente per sentirmi importante nonostante quello che stavo passando. E ha funzionato. Quindi ho deciso di iniziare a leggere più favole!”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.