Sanremo, nel 2022 si torna a febbraio. Per Eurovision tutto da decidere

Qualche novità dalla Rai sul Festival, a margine della presentazione dei palinsesti RAI. Fumata nera sull'Eurovision: le decisioni sono ancora tutte da prendere. Ligabue arriva su Raiplay
Sanremo, nel 2022 si torna a febbraio. Per Eurovision tutto da decidere
Credits: Maurilio Giordana

Oggi si è svolta la presentazione dei palinsesti della Rai per la prossima stagione. E ovviamente si è finiti a parlare dei più importanti eventi, non solo musicali, per il prossimo anno: Sanremo e Eurovision.

Nessuna novità sostanziale - è ancora tutto in alto mare sia per il Festival - che non ha un conduttore né un direttore artistico, dopo la rinuncia di Amadeus ad un tris - né sulla manifestazione europea, che la RAI dovrà ospitare e co-produrre, dopo la vittoria dei Maneskin.

Sanremo 2022

Ha parlato il direttore di Rai1 Stefano Coletta, sostanzialmente annunciando che la rassegna tornerà in riviera alla sua collocazione abituale, ad inizio febbraio, dopo l'avanzamento a marzo nel 2021, per via della pandemia.
Coletta ha aggiunto che l'ipotesi di un ritorno di Amadeus non è stata scartata del tutto, secondo quanto riporta TVBlog:

Non abbiamo ancora definito i nomi. Stiamo lavorando prima sull’idea. Riguardo Amadeus, lui aveva detto che l’esperienza sanremese è chiusa. In questi mesi, ci siamo parlati molto. Stiamo dialogando anche con lui, di Sanremo. Mi sento di dire che sarebbe abbastanza fisiologico mettere insieme Sanremo ed Eurovision ma, essendo vicini, penso che sia premiante una diversificazione. Penso che oggi non sia più possibile tornare ad un Sanremo più classico. Il passaggio è stato netto. Il lavoro di direttore artistico di Amadeus è stato significativo, non è così trascurabile e sostituibile. 

Eurovision

Per Eurovision Coletta ha spiegato:

I lavori sono cominciati ma non abbiamo definito conduzioni e direzioni artistiche, soprattutto sull’Eurovision, dato che dovremo anche scegliere la città ospitante e seguire le regole dell’EBU per definire le norme che il grande show deve ammettere. 

Va però notato che Eurovision non ha un direttore artistico ma che è realizzato assieme alla European Broadcasting Union: la vera questione è quella della struttura produttiva e di aprire una sorta di bando che permetta di valutare le candidature delle 4 città che hanno le condizioni di base per ospitare la manifestazione, ovvero logistica/accoglienza, collegamenti e una struttura adatta: Milano, Roma, Bologna, Torino. Secondo quanto comunicato da Coletta, alcuni funzionari Rai sarebbero a Ginevra per definire i paletti della collaborazione.

Conferme e nuovi arrivi

Sempre durante la presentazione, è stato confermato il ritorno di diversi appuntamenti musicali Sanremo Giovani, The Voice Senior e i MusicAwards, presentati da Carlo Conti e Vanessa Incontrada il 9 e il 10 settembre su Rai Uno, seguiti da con uno speciale il 12 settembre condotto da Nek, come l'anno scorso. Su Rai3 torneranno Stefano Bollani e Valentina Cenni con “Via dei Matti Numero 0”, mentre arriverà un nuovo programma di Fiorella Mannoia, “La Versione di Fiorella”. 

Ligabue su RaiPlay

Sulla piattaforma digitale rai, un nuovo documentario con un artista italiano, dopo Jovanotti e Diodato: "È andata così", 21 episodi da 15' con Luciano Ligabue che  

fonde musica e racconto biografico per festeggiare i suoi trent’anni di carriera tra dischi e live indimenticabili. Il racconto attraverserà anche le pagine di storia del Paese, che spesso il rocker ha narrato nelle sue canzoni, con le testimonianze di personaggi del mondo della cultura dello spettacolo e dello sport.
Con la partecipazione dell’amico Stefano Accorsi, l’artista ripercorre la sua storia e quella dell’Italia dal 1990 in tre boxset da 7 episodi, ciascuno dedicato ad un decennio e arricchito da immagini inedite di tutti i suoi concerti.

 

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.