Gemitaiz e Mace, un documentario sul loro viaggio in Mozambico

Il progetto mostra la genesi di "Bianco/Gospel". I proventi saranno donati a un'organizzazione umanitaria.
Gemitaiz e Mace, un documentario sul loro viaggio in Mozambico

Fuori oggi su Vimeo “Quello che resta” (guarda qui), il documentario girato da Manuel Marini durante il viaggio in Mozambico del gennaio 2020 con Gemitaiz e Mace, che mostra la genesi di "Bianco/Gospel", due brani scritti e prodotti dal rapper e dal produttore, accompagnati dall’omonimo videoclip, pubblicati lo scorso luglio. 

Il documentario riprende il viaggio dei tre e, con esso, il processo creativo che ha portato a Bianco/Gospel: tre amici – un rapper, un producer e un regista – che travolti dalla bellezza del luogo, dalla sua energia e i suoi tramonti, non hanno potuto fare a meno di scrivere, comporre, riprendere. “Abbiamo ripreso tutto il processo creativo, dal primo suono all’ultimo, dalla prima parola scritta alla chiusura dei brani. Ci siamo messi in testa che sarebbe stato bello documentare quel mondo e mostrare come aveva influenzato le nostre scelte artistiche sul momento.”

Tutti i proventi derivanti dal documentario - raccolti tramite il noleggio del video su Vimeo per 48 ore con una spesa di € 4,90 - oltre che dal singolo e relativo videoclip già editi, saranno destinati a COOPI, organizzazione umanitaria che da oltre 50 anni opera in quasi 70 paesi diversi per contribuire al processo di lotta alla povertà e di crescita delle comunità, intervenendo in situazioni d’emergenza e di ricostruzione per ottenere un miglior equilibrio tra aree sviluppate e aree depresse o in via di sviluppo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.