Cosa scriveva Tiziano Ferro nei suoi diari mentre "Xdono" diventava una hit

Alle porte dell'estate del 2001 Tiziano Ferro è un ragazzino di 21 anni che si è fatto le ossa nei gruppi gospel della sua Latina, nei karaoke e in tour con i Sottotono: non sa che sta per diventare una popstar. I racconti dell'epoca.
Cosa scriveva Tiziano Ferro nei suoi diari mentre "Xdono" diventava una hit

Entusiasmo ed eccitazione da un lato, ansia e perplessità dall'altro.

Alle porte dell'estate del 2001 Tiziano Ferro è un ragazzino di 21 anni che si è fatto le ossa nei gruppi gospel della sua Latina, nei karaoke e in tour con i Sottotono, che nel pieno del loro successo avevano deciso di portarlo con loro in tour come corista. Tra porte sbattute in faccia e tanti no, il suo futuro da cantante è tutto da scrivere. Sono Mara Maionchi e Alberto Salerno, abili talent scout conosciuti durante i provini per Sanremo giovani, a convincere una grossa casa discografica - la EMI - a investire su di lui e sul suo album d'esordio, che ha scritto tra un rifiuto e l'altro provando ad unire la sua passione per l'r&b d'oltreoceano con testi in italiano. "Tutti pensano che 'Xdono' dovrebbe essere il mio singolo d'esordio. Boh! E se il singolo andasse male? Se tutto fosse inutile? Perché dovrebbe andare bene? No, voglio FARCELA, devo temprare il mio carattere e fare male a tutti. Finirà questo mese, e poi anche un altro. Ma uscirà davvero questo singolo? E se esce, quanto ci vorrà prima di cominciare a promuoverlo? Lo promuoveranno bene, poi? Andrà?", si domanda il .cantautore nei mesi che precedono l'uscita della canzone destinata a diventare la sua prima hit, nei diari scritti all'epoca e raccolti poi nel 2010 nel libro "Trent'anni e una chiacchierata con papà".

Attesa e nervosismo

Sconvolgimenti e esitazioni: il percorso che lo conduce verso il suo primo successo Tiziano sembra viverlo come una corsa ad ostacoli.

"L'angoscia mi dilania al pensiero che le cose non vadano bene. 'Xdono' piace a tutti, e io invece non capisco più se A ME piace, e poi 'Rosso relativo' e 'Imbranato'. Cosa ne penserà la gente? Funzioneranno?", scrive. E ancora: "Ho un attacco d'ansia. È il nervosismo per il singolo, che alla fine dovrebbe uscire il 28. La stampa del promo non procede, del video ancora non se ne parla e domani devo fare altre foto. e faccio schifo. Non posso parlarne con nessuno". Per stemperare l'attesa, continua a lavorare sulla tracklist dell'album. Dalla quale resta clamorosamente fuori la hit che due anni dopo trainerà il suo secondo disco, "111", in cima alle classifiche, consolidando il suo successo: "Ormai non mi fido più di questi tempi discografici; l'estate passa e 'Xdono' ancora non va in radio. È appena finita la riunione per il disco. Lista delle canzoni stilata. Rimane fuori 'Non me lo so spiegare', torna invece 'Le cose che non dici', che oltretutto dovrebbe aprire l'album. Soffro per 'Non me lo so spiegare', ma pare che gli altri siano tutti d'accordo. L'unico a volere bene a quella canzone sono io. Aspetterò".

La prima volta in radio

La data che a tutti gli effetti spazza via ogni dubbio e rappresenta un momento di svolta per Ferro è quella del 22 giugno 2001, giorno in cui per la prima volta una grossa emittente, Rds, passa il suo singolo d'esordio: "Giornata storica! Stavo guidando distratto dal traffico dell'ora di punta di Latina, quando all'improvviso sento partire le note dell'intro di 'Xdono'. Era Rds che la lanciava nello spazio 'novità': STU-PEN-DO! Per poco non vado a schiantarmi, che emozione, che bello, che cosa unica, voglio stare così per sempre". Quello che succede dopo è già storia: "Il brano nelle radio va, monta a poco a poco - scrive a due settimane dall'uscita - addirittura, ieri 105 e Rtl l'hanno trasmessa in contemporanea. Ho visto il video, penso che sia fatto benissimo anche se quando mi sono visto ci sono rimasto male. Sono brutto, non va bene, no. Tra oggi e domani mi diranno se Mtv lo inserirà in programmazione".

La storia della canzone

Tiziano aveva scritto "Xdono" pochi mesi prima, nel dicembre del 2000, su una panchina del Parco comunale di Latina oggi diventata meta del pellegrinaggio dei suoi fan, che negli anni l'hanno trasformata praticamente in un monumento.

"Non vedo l'ora di lavorare alle canzoni, anche se tra quelle segnalate da Michele ce ne sono due, tre sulle quali non sono d'accordo. Devo fargli ascoltare anche una canzone nuova appena scritta, non era in elenco ma non importa. Si chiama 'Perdono', ma io vorrei intitolarla 'Xdono', come se fosse un sms, e gli chiederò di aggiungerla alla lista dei brani da considerare, se mai gli piacesse", aveva scritto a gennaio sul suo diario, mentre viaggiava in treno per raggiungere a Padova Michele Canova, suo produttore per quasi vent'anni (e poi collaboratore di Jovanotti, Giorgia, Biagio Antonacci e le principali star del pop italiano degli Anni Duemiladieci). La panchina è ancora lì e quando Ferro è a Latina non manca di farle visita. Come lo scorso anno, quando dopo la partecipazione come ospite fisso del Festival di Sanremo ha raggiunto la sua famiglia nella cittadina a sud di Roma che gli ha dato i natali: "Casa è dove il cuore risiede. Famiglia è dove fiorisce l’amore. Alla mia città, e alla mia gente. Grazie per l’abbraccio enorme. Orgoglioso latinense". .

I primi autografi

Settimana dopo settimana, "Xdono" sale sempre più in alto nella classifica dei singoli.

Intanto, il volto di Tiziano Ferro comincia a diventare noto: "Fantastico! Per la prima volta mi hanno riconosciuto in un negozio di dischi mentre, 'casualmente', osservavo la pila dei miei singoli nell'espositore. E per la prima volta ho firmato un mio cd. Comunque, per la cronaca, ero molto più emozionato io del ragazzo che mi ha chiesto l'autografo", annota una sera su una pagina del diario. "Oggi due ragazze, entrambe più piccole di me, mi hanno riconosciuto per strada. Continuano ad arrivare tante e-mail. Sono al n. 38 del Music Control". "Stamattina ho saputo da Mara che siamo al n. 3 della classifica dei singoli! Era tanto che non mi emozionavo e tremavo di gioia. Adoro quando la sorte ti porta nel baratro della tristezza per poi risollevarti. Alla stazione mi hanno chiesto due autografi". "L'estate 2001 sarà difficile da dimenticare, e anche il modo in cui ieri gli occhi di Mara e Alberto brillavano di orgoglio e autentica gioia. Che bello vederli così soddisfatti dopo tanto aspettare, è stata dura. Faccio il cantante! Sto bene. Non capisco ma sto bene. Cerco di non ignorare i sentimenti che mi si agitano dentro".

Il successo, vent'anni dopo

A settembre "Xdono" conquisterà la prima posizione della classifica: "Mi sento completamente incapace di controllare anche in minima parte tutto quello che ho intorno". Diventerà un successo anche in Francia, Germania, Svizzera e Belgio, rappresentando il primo tassello della carriera internazionale di Ferro, oggi tra gli ambasciatori del tricolore fuori dai confini italiani. In Italia "Xdono" ha venduto oltre 100 mila copie, quando i singoli non si scaricavano e non si ascoltavano in streaming, ma si acquistavano nei negozi: doppio Disco di platino. L'album "Rosso relativo", uscito nell'ottobre di quello stesso anno, di copie ne ha vendute addirittura 300 mila.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.