Fabrizio De André: "L'Indiano" compie 40 anni. La storia di "Canto del servo pastore"

L'album "Fabrizio De André" uscì nel luglio del 1981. Lo raccontiamo canzone per canzone
Fabrizio De André: "L'Indiano" compie 40 anni. La storia di "Canto del servo pastore"

CANTO DEL SERVO PASTORE
Musica e parole di Fabrizio De André e Massimo Bubola

Ci incamminiamo nelle campagne remote e profumate della Sardegna tra il rosmarino fiorito, le sughere, il cisto, per ascoltare una delicata storia di umiliazione e riscatto, dove la natura è la vera ricchezza del “servo pastore”, analfabeta di parole e identità (“qual è la direzione nessuno me lo imparò / qual è il mio vero nome ancora non lo so”) ma straordinario conoscitore e amante dell’ambiente che lo accoglie, dove ritrova la presenza dei genitori (“Mio padre un falco, mia madre un pagliaio / stanno sulla collina / i loro occhi senza fondo / seguono la mia luna”) e un’assonanza emotiva con gli Indiani d’America nel rispetto degli antenati e della natura, attraverso riti di ispirazione sciamanica: “Prendi la tua tristezza in mano e soffiala nel fiume / vesti di foglie il tuo dolore e coprilo di piume”.

C’è il "Povero nella città", prima e migliore prosa di Ungaretti (“Deposto dal torrente c’è un macigno / ancora morso dalla furia / della sua nascita di fuoco”) che sposta nelle campagne irpine l’ambientazione dell’uomo umile rapportato alla natura madre e matrigna come già battezzata da Leopardi a cui pure De André si riferisce sfondando anche i confini orientali nel rileggere il "Canto di un pastore errante dell’Asia". "Abbiamo scritto "Canto del servo pastor"e pensando al paria, all’ultimo individuo della classe sociale" rivela Massimo Bubola, "un pastore che non possiede nulla, neppure le pecore che pascola, non ha prospettive per la sua vita, sposarsi, fare una famiglia". C’è una rassegnazione ascetica, con una rinuncia che è anche assenza di desiderio borghese e di peccato: “L’amore delle case, l’amore bianco vestito / io non l’ho mai saputo e non l’ho mai tradito”.

Questo testo è tratto da "Tutto De André" di Federico Pistone, pubblicato da Arcana, per gentile concessione dell'autore e dell'editore. (C) 2020 Lit edizioni s.a.s. 

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/7_uZYmGm7TOcriow4gtT4wewNXQ=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/cover-tuttodeandre2-h.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.