Roger Waters: "Zuckerberg voleva 'Another brick in the wall': l'ho mandato a fanculo"

Le dichiarazioni dell'ex Pink Floyd contro il fondatore di Facebook, che voleva usare la hit in un film.
Roger Waters: "Zuckerberg voleva 'Another brick in the wall': l'ho mandato a fanculo"

Capire dove finisce la verità e dove inizia la provocazione è sempre un'impresa, quando si parla di Roger Waters. L'ultimo contro il quale si è scagliato l'ex Pink Floyd? Nientemeno che Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook.

Lo ha fatto oggi, in occasione di un evento a sostegno del fondatore di WikiLeaks Julian Assange, raccontando di aver ricevuto una lettera direttamente da Zuckerberg contenente una proposta alla quale lui avrebbe risposto con un sonoro "vaffa".

Waters ha detto che Zuckerberg gli avrebbe chiesto il permesso di usare "Another brick in the wall", tra i brani più noti del repertorio dei Pink Floyd, composto proprio dal musicista, per un film che dovrebbe promuovere Facebook e Instagram, in cambio di una grossa somma di denaro:

"La lettera è arrivata giusto stamattina. Conteneva un'offerta economica gigantesca. La risposta è stata: 'Vaffanc*lo. Non se ne parla'".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.