Spotify, il Discovery Mode ‘attenzionato’ dal Congresso USA

La Commissione Giudiziaria della Camera teme che la modalità lanciata in chiave promozionale possa rivelarsi un boomerang sia per gli artisti che per gli utenti: chiesti chiarimenti ai vertici del DSP
Spotify, il Discovery Mode ‘attenzionato’ dal Congresso USA

Jerry Nadler e Hank Johnson, rispettivamente presidenti della Commissione Giudiziaria della Camera e di quella dedicata a proprietà intellettuale e Web, entrambe espressioni del Congresso statunitense, hanno inviato una lettera al ceo e fondatore di Spotify Daniel Ek chiedendo chiarimenti su Discovery Mode, la modalità presentata dal DSP svedese lo scorso autunno - e già accolta con sospetto da parte della comunità artistica - che prevede “spinte” nell’indicizzazione e nelle presenze delle playlist in cambio di un parte delle royalties generate dalle opere oggetto della promozione.

    Jerry Nadler e Hank Johnson, rispettivamente presidenti della Commissione Giudiziaria della Camera e di quella dedicata a proprietà intellettuale e Web, entrambe espressioni del Congresso statunitense, hanno inviato una lettera al ceo e fondatore di Spotify Daniel Ek chiedendo chiarimenti su Discovery Mode, la modalità presentata dal DSP svedese lo scorso autunno - e già accolta con sospetto da parte della comunità artistica - che prevede “spinte” nell’indicizzazione e nelle presenze delle playlist in cambio di un parte delle royalties generate dalle opere oggetto della promozione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.