"Non ti sei vaccinato? Ok, allora il biglietto per il concerto lo paghi 1.000 dollari"

L'iniziativa di un promoter negli Usa, per incoraggiare le persone a vaccinarsi.
"Non ti sei vaccinato? Ok, allora il biglietto per il concerto lo paghi 1.000 dollari"

"Sei vaccinato?". "No". "E allora il biglietto per il concerto lo paghi a prezzo pieno: 999,99 dollari". L'iniziativa, che prevede anche biglietti scontati a soli 18 dollari per chi invece ha ricevuto il vaccino, è di un promoter in Florida, negli Stati Uniti, che sta provando così a incoraggiare le persone a vaccinarsi contro il Covid-19. Oltreoceano ne ha parlato anche il programma televisivo mattutino della rete televisiva ABC "Good morning America", tra i più seguiti.

Si chiama Paul Williams ed è a capo di un'agenzia, la Leadfoot Promotions, che organizza concerti nella zona della Baia di Tampa, a est del "Sunshine State". Ha spiegato ai media di aver avuto questa idea mentre il governo apriva le prenotazioni per i vaccini a tutta la popolazione e dunque si cominciava a vedere la luce in fondo al tunnel anche per il destino degli spettacoli di musica dal vivo, dopo più di un anno di pandemia.

La regola si applicherà già per il primo concerto in programma il 26 giugno al VFW Post 39 di St. Petersburg, che vedrà alternarsi sul palco tre band punk rock: i Teenage Bottlerocket, i MakeWar e i Rutterkin. "Siamo tutti vaccinati. E incoraggiamo anche voi a farlo in modo tale da poter cantare e ballare insieme sotto il palco", ha detto Ray Carlisle, cantante e chitarrista dei Teenage Bottlerocket.

Chiaramente i no-vax non hanno mandato giù l'iniziativa e hanno attaccato il promoter: "Possono acquistare il biglietto a prezzo pieno, 999,99 dollari", ha risposto lui.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.