Maneskin, una tv bielorussa: ‘Un bestiario dei pervertiti, omosessuali degenerati’. Video

La band romana è stata oggetto di pesanti insulti pronunciati durante una puntata di un programma televisivo trasmesso dall’emittente bielorussa CTV.
Maneskin, una tv bielorussa: ‘Un bestiario dei pervertiti, omosessuali degenerati’. Video

Dopo la vittoria dei Maneskin all’Eurovision Song Contest 2021 con “Zitti e Buoni”, brano vincitore della sessantunesima edizione del Festival di Sanremo, la formazione romana è stata oggetto di pesanti insulti e critiche da parte dell’autore e conduttore Grigoriy Azarenok di un programma televisivo trasmesso dall’emittente bielorussa CTV.

Il fatto è stato segnalato su Facebook dall’Associazione Bielorussi in Italia “Supolka”, che sulla propria pagina ha condiviso un estratto video - sottotitolato, doppiato e riportato più avanti - della puntata dello scorso 23 maggio della “rubrica ‘La medaglia di Giuda’ che fa parte della trasmissione domenicale ‘La Settimana’ che esce ogni domenica sul canale televisivo bielorusso CTV”, e ripreso da “Il Giorno”.

Secondo quanto riferito, nel corso della puntata “l’autore e presentatore Grigoriy Azarenok (Ryhor Azaronak) ha condiviso la propria opinione sul concorso musicale, i suoi vincitori e sui valori democratici occidentali in generale” e avrebbe dichiarato: 

“Guardate che cosa ha vinto Eurovision. È un bestiario dei pervertiti, omosessuali degenerati, spazzatura che sa di AIDS. Per fortuna non l’hanno trasmesso in Bielorussia. 

Il mondo moderno della democrazia e del progresso sta avanzando con successo verso la demenza totale, verso le perversioni fuori di testa, verso gli individui in tanga, verso la distruzione di tutto ciò che è umano nell’uomo. 

Dobbiamo separarci da tale progresso dalla cortina di ferro. Preferiamo la dittatura.

Tutto il mondo sprofonderà in questo abisso, ma la Bielorussia rimarrà un’isola di libertà”.

A seguito del trionfo del quartetto capitolino all’Eurovision Song Contest 2021, oltre alle ingiuste accuse rivolte contro il cantante dei Maneskin per la presunta sniffata in mondovisione di Damiano - vicenda su cui è intervenuto anche Vasco Rossi e si è chiusa con il risultato negativo del test antidroga a cui si è sottoposto volontariamente il frontman del gruppo -, numerosi sono stati gli omaggi della stampa specializzata internazionaledei big (e dei figli dei big). Tra i tanti che si sono espressi sulla vittoria dei Maneskin - recentemente intervistati anche dal NME - alla manifestazione, anche Morgan ha detto la sua attraverso un post condiviso sui suoi canali social in cui ha scritto: “Invece di far polemica sui Maneskin, l’Italia colga l’occasione e se la tiri. La cultura è leva per la ricchezza”. Ecco il messaggio completo del musicista lombardo:

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.