Concerti e ripartenza, i Nomadi subito sul palco: ‘Come un anno fa, non vediamo l’ora’

Beppe Carletti parla della ‘data zero’ al Palafeltre del prossimo 30 maggio: ‘Orgogliosi di essere i primi a tornare a suonare’. E sui concerti in streaming: ‘Capisco chi li fa, ma…’
Concerti e ripartenza, i Nomadi subito sul palco: ‘Come un anno fa, non vediamo l’ora’

“Non siamo il tipo di gruppo che quando esce va in acustico: noi, quando suoniamo dal vivo, lo facciamo con l’organico pieno, l’impianto e tutto il resto. Se si deve fare il lavoro, credo lo si debba fare completo: è anche una questione di rispetto nei confronti del pubblico”: Beppe Carletti (nella foto), cofondatore dei Nomadi e oggi ultimo rappresentante della formazione storica della più longeva rock band italiana, vuole essere chiaro fin da subito. Quello in programma il prossimo 30 maggio al Palafeltre di Feltre, in provincia di Belluno, non è un segnale a favore della ripartenza o una sortita in minore a ranghi ridotti per alleviare l’astinenza dai palchi. Niente di tutto questo. E’ un concerto vero e proprio, primo appuntamento di una serie di date che si dipanerà nel corso della prossima estate. E, tra le altre cose, primo esempio di spettacolo di musica dal vivo di medie proporzioni - la capienza massima della struttura veneta è stato fissato a mille unità, in osservanza delle norme anti-Covid - dalla scorsa estate a oggi.

    “Non siamo il tipo di gruppo che quando esce va in acustico: noi, quando suoniamo dal vivo, lo facciamo con l’organico pieno, l’impianto e tutto il resto. Se si deve fare il lavoro, credo lo si debba fare completo: è anche una questione di rispetto nei confronti del pubblico”: Beppe Carletti (nella foto), cofondatore dei Nomadi e oggi ultimo rappresentante della formazione storica della più longeva rock band italiana, vuole essere chiaro fin da subito. Quello in programma il prossimo 30 maggio al Palafeltre di Feltre, in provincia di Belluno, non è un segnale a favore della ripartenza o una sortita in minore a ranghi ridotti per alleviare l’astinenza dai palchi. Niente di tutto questo. E’ un concerto vero e proprio, primo appuntamento di una serie di date che si dipanerà nel corso della prossima estate. E, tra le altre cose, primo esempio di spettacolo di musica dal vivo di medie proporzioni - la capienza massima della struttura veneta è stato fissato a mille unità, in osservanza delle norme anti-Covid - dalla scorsa estate a oggi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.