Chris Cornell aveva la più bella voce del rock?

Il 18 maggio 2017 ci lasciava il cantante di Soundgarden e Audioslave
Chris Cornell aveva la più bella voce del rock?

Il compianto Chris Cornell possedeva una delle voci più belle del rock, senza ombra di dubbio. Per la nuda cronaca, Christopher John Boyle, questo il nome all'anagrafe, era nato a Seattle il 20 luglio 1964, e ha deciso di lasciarci all'età di 52 anni, quattro anni fa, il 18 maggio 2017 a Detroit, dopo un concerto con i suoi Soundgarden.

L'esordio dei Soundgarden risale al 1988 con il primo album della loro discografia, "Ultramega OK". Il primo brano della tracklist è "Flower".

La canzone più famosa dei Soundgarden è indubbiamente "Black Hole Sun", brano incluso nel quarto album della band di Seattle, "Superunknown" (leggi qui la recensione) pubblicato nel 1994. Nel medesimo disco c'era anche "Fell on Black Days".

Già durante la prima fase della band, Chris Cornell gioca spesso fuori casa e collabora con altri gruppi. Come i Temple of The Dog, supergruppo creato con il compagno di band, il batterista Matt Cameron, titolare dei tamburi anche nei Pearl Jam, e gli altri Pearl Jam Stone Gossard, Mike McCready e Jeff Ament. Nell'unico album pubblicato nel 1991 (leggi qui la recensione) per celebrare l'amico, scomparso tragicamente a causa di una overdose, Andrew Wood, cantante dei Mother Love Bone, altra band del giro di Seattle che aveva tra le proprie fila anche Ament e Gossard. Nel disco non manca di partecipare il frontman dei Pearl Jam Eddie Vedder ai cori in alcuni brani.

Estate 1992: "Singles" diretto dal regista Cameron Crowe, che ha tra gli interpreti Bridget Fonda e Matt Dillon, è la pellicola che racconta la scena grunge. Nella colonna sonora è incluso il debutto solista di Cornell, che interpreta anche una breve parte nel film.

Il debutto solista sulla lunga distanza è datato 1999, con "Euphoria Morning" (leggi qui la recensione), inciso quando la band si è sciolta. Il singolo, "Can't Change Me", entra in nomination ai Grammy Awards.

Tra il 2002 e il 2006 pubblica tre album – "Audioslave" (leggi qui la recensione), "Out of Exile" (leggi qui la recensione) e "Revelations" (leggi qui la recensione) - con una nuova band, gli Audioslave, formati insieme ai membri dei Rage Against The Machine, Tom Morello, Brad Wilk e Tim Commerford.

Nell'inverno del 2006 pubblica "You Know My Name", brano che accompagna i titoli di testa di "Casino Royale", ventunesimo capitolo della saga cinematografica dedicata all'agente segreto James Bond. La canzone verrà inclusa nel suo secondo album solista, "Carry On" (leggi qui la recensione), pubblicato nel 2007 otto anni dopo "Euphoria Morning".

Nel 2009, Chris Cornell fa un passo falso pubblicando l'album solista, "Scream" (leggi qui la recensione), un disco davvero poco riuscito.

Nel 2010 si riformano i Soundgarden, e nel 2012, a distanza di sedici anni da "Down on the Upside" pubblicano quello che sarà il loro ultimo album con Chris Cornell: "King Animal" (leggi qui la recensione).

In parallelo al ritorno dei Soundgarden, continua l'attività da solista. Nel 2015 esce il suo quinto, e ultimo, album solista, "Higher truth" (leggi qui la recensione). In quel periodo Chris Cornell è spesso in tour acustico: nel corso degli show, propone diverse cover.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.