Joni Mitchell racconta di come riuscì a farsi temere dai cantautori uomini

La cantautrice, icona della musica folk, dopo la malattia si racconta in un'intervista in cui parla dell'impatto che ha avuto sulla storia della musica e della sua eredità.
Joni Mitchell racconta di come riuscì a farsi temere dai cantautori uomini

A 77 anni Joni Mitchell, icona della musica folk, si racconta in una rara intervista concessa in occasione di un incontro legato ai Grammy Awards condotto dal fondatore della storia etichetta discografica americana Arista Records, Clive Davis, originariamente in programma a marzo e poi rinviato a causa di alcuni problemi di salute dello stesso Davis.

La cantautrice, che nel 2015 ha avuto un aneurisma che l'ha lasciata praticamente paralizzata e incapace di parlare, dalle cui conseguenze si è ripresa dopo anni di convalescenza, parla dell'impatto che ha avuto sulla storia della musica e della sua eredità artistica e dice:

"Le prime cose che scrivevo erano molto fantasiose, motivo per cui negli anni ho sviluppato una sorta di rifiuto. Ho iniziato a raschiare sempre di più nel fondo della mia anima e ho trovato più umanità. Ho spaventato i cantautori che giravano intorno a me: gli uomini sembravano nervosi, quasi come quando Dylan si diede alle sonorità elettroniche. Pensavano: 'Dobbiamo farlo anche noi adesso?'. Penso di aver avuto un'influenza, negli anni. Ho incoraggiato le persone e scrivere di più delle loro esperienze".

E ancora:

"Dicevano che nessuno avrebbe ricantato le mie canzoni, perché erano troppo personali. Non è vero: a distanza di anni ci sono parecchie cover in giro. Questa nuova generazione è pronta per quello che avevo da dire io all'epoca, credo, e non ne è spaventata".

Dopo i problemi di salute Joni Mitchell ha interrotto il suo silenzio lo scorso ottobre con una lunga conversazione con Cameron Crowe in cui ha raccontato la malattia, i suoi esordi e il suo rapporto con la musica.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.